“Ha più valore, un milione di volte, la vita di un solo essere umano che tutte le proprietà dell'uomo più ricco della terra” - Ernesto “Che” Guevara
HomeCalabriaLetta se la prende con Conte: "Meloni premier per colpa sua". E...

Letta se la prende con Conte: “Meloni premier per colpa sua”. E annuncia il “lungo” addio alla segreteria: “Ora congresso Pd, ma io non mi ripresenterò”

“Gli italiani hanno fatto una scelta chiara: ci sarà un governo destra. Ci aspettano giorni duri. Ci siamo battuti per non fare cadere il governo Draghi fatto cadere da Giuseppe Conte. Se siamo arrivati alla vittoria di Giorgia Meloni è a causa della scelta di Conte”. Sono queste le prime parole del segretario nazionale del Partito Democratico, Enrico Letta, all’indomani del voto.

“Gli altri partiti – ha proseguito l’ex premier – hanno lavorato non contro la destra, ma contro di noi, puntando a sostituirci. Non ci sono riusciti. Siamo la seconda forza politica e la prima forza di opposizione nel Parlmento e nel Paese. Faremo una opposizione dura e intransigente. Siamo capaci di fare opposizione, lo abbiamo già fatto in passato. Il fatto di essere stati perlopiù al Governo è stato in grosso limite. Il Pd non permetterà che l’Italia esca dal cuore dell’Europa”.

Letta è poi ritornato sulle mancate alleanze: “L’unico modo di battere questa destra era fare il campo largo. Non è stato possibile perché alcuni di questi interlocutori si sono sfilati”.

“Nei prossimi giorni riuniremo gli organi di partito per convocare un congresso del Pd. Ché sia un congresso di profonda riflessione su cosa vuole essere il Partito Democratico. Non mi ripresenterò candidato” alla guida dei dem, ha concluso Letta, annunciando quindi che non sarà più lui il segretario nazionale del Pd. 

Articoli Correlati