“La ragione che ci fa temere l'abisso, ci rende coraggiosi di fronte alle avversità e diffidenti dinanzi al farabutto che cerca di dare gatta per lepre” - Luis Sepúlveda
HomeFronte del palcoFronte del palco CatanzaroA Lamezia Terme la grande musica del Duo Canino-Bidoli

A Lamezia Terme la grande musica del Duo Canino-Bidoli

Una passione comune per la musica diventa un importante punto d’incontro, che non tiene in considerazione la differenza di età. Bruno Canino, al pianoforte, Alessio Bidoli, al violino, sono tra le coppie più rappresentative della musica classica. I due musicisti, domenica 19 maggio, alle ore 18:00, si esibiranno nel Foyer del Teatro Grandinetti Comunale di Lamezia Terme, in un concerto ricco di fascino e tutto da scoprire, organizzato dall’associazione AMA Calabria, diretta da Francescantonio Pollice

 

«Bruno Canino e Alessio Bidoli rappresentano due generazioni a confronto – ha dichiarato il direttore artistico – che si integrano perfettamente generando un’alchimia musicale dai tratti raffinati. Poter ospitare è un privilegio per AMA Calabria, che cerca sempre di proporre artisti dal grande appeal internazionale».

 

Una collaborazione quella tra i due Maestri che ha portato ad alcune incisioni memorabili e a una profonda intesa musicale durante le loro esibizioni dal vivo. Due storie importanti e diverse che hanno indotto Canino e Bidoli a una meritoria operazione di recupero e valorizzazione del repertorio internazionale e italiano per violino e pianoforte.

 

Bruno Canino, da sempre considerato uno dei pilastri del pianismo italiano, depositario di una tecnica sublime, dopo aver dato vita al duo con Antonio Ballista e aver collaborato con musicisti come Severino Gazzelloni, Cathy Berberian, e Itzhak Perlman, tra gli altri, ha trovato in Alessio Bidoli un nuovo partner con cui esprimere nuove emozioni.

 

Una liaison artistica che li vede accomunati da affinità artistiche e da grandi doti tecniche, che saranno evidenti nel recital di Lamezia Terme, nel quale «non c’è un filo conduttore di musicisti coevi, ma solo un programma che possa ricordare le note dei vecchi violinisti, diviso idealmente in due parti; una parte più classica e una parte più spumeggiante che riserverà un finale pirotecnico, come si usava fare un tempo».

 

Un concerto in cui verranno eseguiti brani il cui intento del Duo Canino-Bidoli, è di rendere «la musica classica meno elitaria, proponendola al pubblico in maniera corretta, facendola amare per i suoi contenuti e rendendola ancora viva e frizzante, qualcosa che si può assaporare con colori nuovi».

 

Saranno la “Sonata per violino e pianoforte n. 17 in do maggiore, К 296” di Wolfgang Amadeus Mozart, che fa parte delle Sonate di Mannheim, la “Sonata in re minore per violino e pianoforte n. 1, op. 75″ di Camille Saint-Saëns, molto cara a Jazcha Heifetz e suo cavallo di battaglia, così come la Tzigane, Rapsodie de Concert” di Maurice Ravel, e infine, la Sonata per violino e pianoforte in la maggiore n. 2, op. 100″ di Johannes Brahms, la seconda scritta sul lago di Thun durante un suo soggiorno estivo in Svizzera, a mostrare le indubbie qualità artistiche dei due musicisti. Pur se nella musica da camera il ruolo del pianoforte in tutte le sonate è preponderante, Bruno Canino Alessio Bidoli riescono a trovare il giusto equilibrio; un atteggiamento evidente dopo il barocco fino ai giorni nostri.

 

E’ proprio l’eccellente sintonia nell’approccio stilistico-musicale e delle interpretazioni dei brani eseguiti che il Duo Canino-Bidoli è perfetto nel vicendevole rispetto dei ruoli. In ogni performance riescono a mettere in evidenza la grande attenzione alle partiture originali; un atteggiamento in grado di coinvolgere sé stessi e, di conseguenza, il pubblico.

Sarà possibile assistere al concerto del Duo Canino-Bidoli con l’abbonamento sottoscritto per l’anno 2023-2024 oppure con l’acquisto del biglietto d’ingresso in vendita prima del concerto.

 

L’evento è finanziato con risorse PAC 2014/2020 erogate ai sensi dell’Avviso Pubblico “Eventi di promozione culturale” emanato dalla Regione Calabria – Dipartimento Istruzione Formazione e Pari Opportunità – Settore Cultura”.

 

PROGRAMMA

Wolfgang Amadeus Mozart

Sonata per violino e pianoforte n. 17 in do maggiore, К 296

I. Allegro vivace

II. Andante sostenuto

III. Rondò. Allegro

 

Camille Saint-Saëns

Sonata in re minore per violino e pianoforte n. 1, op. 75

I . Allegro agitato

II. Adagio

III. Allegretto moderato

IV. Allegro molto

 

Johannes Brahms

Sonata per violino e pianoforte in la maggiore n. 2, op. 100

I. Allegro amabile

II. Andante tranquillo – Vivace – Andante – Vivace di più – Andante – Vivace

III. Allegretto grazioso (quasi Andante)

 

Maurice Ravel

Tzigane, Rapsodie de Concert

Articoli Correlati