“Se vuoi descrivere ciò che è vero, lascia l’eleganza al sarto” - Albert Einstein
HomeFronte del palcoFronte del palco CatanzaroAMA Calabria, Chiara Francini porta la sua "Coppia aperta, quasi spalancata" a...

AMA Calabria, Chiara Francini porta la sua “Coppia aperta, quasi spalancata” a Lamezia Terme

Un’analisi lucida, a tratti tragicomica, della vita di coppia. AMA Calabria porta in scena uno degli spettacoli italiani più conosciuti e amati per l’abilità di trattare gli ostacoli che ogni giorno affrontano due coniugi. “Coppia aperta, quasi spalancata”, con Chiara Francini e Alessandro Federico, in scena giovedì 30 novembre, alle ore 21, al Teatro Grandinetti Comunale di Lamezia Terme, è stato accolto con grande entusiasmo dal pubblico. Sono pochi i biglietti rimasti che fanno pensare a un teatro sold out. L’evento è finanziato con risorse PSC Piano di Sviluppo e Coesione 6.02.02 erogate ad esito dell’Avviso “per il finanziamento di Programmi di Distribuzione Teatrale” dalla Regione Calabria – Dipartimento Istruzione Formazione e Pari Opportunità – Settore Cultura”.

Coppia aperta, quasi spalancata” ha il grande pregio di essere nata dalle brillanti menti teatrali di Dario Fo e Franca Rame. L’opera ha visto le prime luci nel 1983 e ha riscosso immediatamente un tale successo da divenire una delle messe in scena più popolari della coppia, con circa 700 produzioni in tutto il mondo.

La sagace ironia di questo spettacolo ha come protagonista l’energica Antonia (Chiara Francini), bloccata in un matrimonio caratterizzato dai tradimenti del marito e dalle quattro mura casalinghe in cui cerca di sopravvivere. Pur di continuare a stare col suo consorte, Antonia accetta una serie di meccanismi impensabili, che porteranno a dialoghi e monologhi brillanti, rasenti l’assurdo.

Coppia aperta, quasi spalancata” è una favola moderna che si concentra su quello che succede dopo il “vissero per sempre felici e contenti”. Racchiude tutta l’essenza degli ostacoli e difficoltà che si possono vivere in coppia, esorcizzandoli attraverso il profondo sarcasmo che caratterizza l’intera opera. Il punto di vista è quello per nulla banale di una donna che potrebbe appartenere tanto agli anni Ottanta quanto alla nostra epoca, considerata l’indiscussa attualità dello spettacolo.

Le differenze tra psicologia maschile e femminile, l’insofferenza al concetto di monogamia, sono tutti aspetti affrontati con piglio frizzante e profondo, in grado di coinvolgere in prima persona gli spettatori.

Chiara Francini, di fieri natali fiorentini, è un’artista a tutto tondo. Una personalità eclettica che ha mostrato eccellenti doti nel campo della recitazione, del canto e della scrittura, costruendo la sua carriera artistica mattone dopo mattone, divenendo uno dei volti più conosciuti e amati in Italia. In televisione ha fatto innamorare il pubblico con i suoi personaggi in “Tutti pazzi per amore” e “Non dirlo al mio capo”, fino alla più recente “Drag Race Italia”.

Al cinema ha fatto parte dei lungometraggi di Fausto Brizzi, ormai diventati cult, “Maschi contro femmine” e “Femmine contro maschi”, ma ha lavorato anche con registi come Alessandro Genovesi, Carlo Vanzina, Neri Parenti e Spike Lee. A teatro ha interpretato svariati ruoli sino a giungere all’opera originale “Una ragazza come Io”, scritta da lei. E la scrittura è un altro amore di Chiara Francini, da lei sono scritti i libri “Non parlare con la bocca piena”, “Mia madre non lo deve sapere”, “Un anno felice”, “Il cielo stellato fa le fusa” e “Forte e Chiara”.

Alessandro Federico riesce a passare con disinvoltura dal cinema alla televisione al teatro. Formatosi all’Accademia Filodrammatici Milano e alla New York Film Accademy, ha preso parte a ruoli per il cinema in film come “La bella addormentata” di Marco Bellocchio. In televisione ha vestito i panni di personaggi per “Blanca 2”, “Don Matteo 12”, “L’allieva” e la serie tv Netflix “Lidia Poet”. La sua carriera di attore trova una base solida anche nel teatro, dove ricopre ruoli per opere classiche come il “Così è (se vi pare)” pirandelliano e il “Sogno di una notte di mezz’estate” shakespeariano, ma anche per opere originali e contemporanee.

Gli ultimi biglietti di “Coppia aperta, quasi spalancata” potranno essere acquistati presso la biglietteria del Teatro Grandinetti Comunale di Lamezia Terme, oppure s’invita a consultare il sito www.amaeventi.org, per l’acquisto on line. Per ulteriori informazioni ci si potrà rivolgere alla segreteria al numero telefonico 0968.24580 e 334.2293957 o contattandoci alla mail info@amacalabria.org

Articoli Correlati