“La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla” - Gabriel Garcia Marquez
HomeCalabriaReggio CalabriaBracconaggio, fermato in auto con fucile clandestino: arrestato nel Reggino

Bracconaggio, fermato in auto con fucile clandestino: arrestato nel Reggino

La Polizia Metropolitana di Reggio Calabria, nel corso di controlli anti bracconaggio tra Palizzi e Bova, ha arresto un soggetto già noto alle forze dell’ordine ed ha sequestrato un’arma clandestina con canna e bascula abrasi e privati delle matricola. Sono state inoltre sequestrati tre ricetrasmittenti, un binocolo, 33 cartucce dello stesso calibro del fucile caricate a palla singola e a pallettoni e una foto trappola.

La persona è stata fermata dopo un controllo ad un veicolo che dopo un breve inseguimento è stato fermato dagli agenti della Polizia Metropolitana. L’uomo è stato condotto per gli accertamenti al Commissariato di Condofuri della Polizia con cui poi, in modo sinergico e congiunto, sono stati eseguiti gli ulteriori accertamenti.

L’uomo, già noto per reati contro il patrimonio e associazione di stampo mafioso, è stato arrestato per detenzione e porto abusivo di arma clandestina, ricettazione e resistenza. Un particolare plauso per la brillante attività condotta dal corpo di Polizia Metropolitana è giunta dal Sindaco facente funzioni della Città Metropolitana Carmelo Versace e dal Consigliere metropolitano delegato Salvatore Fuda, che in una nota hanno ringraziato il personale impegnato nell’operazione sottolineando “l’importanza della funzione di controllo e repressione di un fenomeno odioso come quello del bracconaggio”.

Articoli Correlati