“Gli errori sono allegri, la verità è infernale” - Albert Camus
HomeCalabriaTavolo Adduce, Amalia Bruni: "E' la certificazione di un disastro, non c'è...

Tavolo Adduce, Amalia Bruni: “E’ la certificazione di un disastro, non c’è alcuna inversione di tendenza sulla Sanità”

“Il quadro che viene fuori dal verbale di verifica del tavolo tecnico degli adempimenti regionali con il comitato permanente per la verifica dei livelli essenziali di assistenza tenuto lo scorso 9 Novembre è assai preoccupante. Nessuna inversione di tendenza, mentre si certificano nuove inadempienze. Si, proprio imbarazzanti e inaccettabili.”

Lo scrive in una nota Amalia Bruni, leader dell’opposizione in Consiglio Regionale.

“Si certifica, per come già fatto dalla corte dei Conti, il mancato utilizzo di risorse assegnate dallo Stato, anche rispetto al Covid, a danno di servizi non resi. Non è corretto far passare per avanzo di bilancio il fatto di non erogare alcune prestazioni. Come dire, se non si danno servizi certo che si risparmia. Ma è questa la ricostruzione del servizio sanitario calabrese? Neanche le risorse umane messe a disposizione da tre interventi legislativi speciali sono state utilizzate. Nonostante le disponibilità del precedente Governo e dello stesso Parlamento, cosa mai successo prima, non si è stati in grado di cogliere le opportunità messe a disposizione.”

“Quanto ad Azienda Zero, presentata come il “faro” strategico della nuova sanità, dopo ben tre letture legislative e proficua collaborazione col governo, a distanza di 15 mesi, il tavolo osserva sovrapposizioni con i poteri commissariali che non sono trasferibili. Un bel pasticcio, quello che doveva essere l’intervento risolutivo è diventato un peso, oltre che un costo serio per la sanità calabrese. Senza tanti giri di parole, il documento testimonia, in sostanza, quindici mesi trascorsi inutilmente, senza nessun passo avanti concreto nella risoluzione dei problemi della Sanità Calabrese. Sono tanti gli appunti critici dei tecnici del ministero che davvero rappresentano una situazione imbarazzante per chi ha preteso, e ottenuto, il ruolo di Commissario per la Sanità. Anche sulla vicenda dei medici cubani il tavolo Adduce mette in evidenza una serie di criticità. Presidente Occhiuto, è ora di cambiare strategia e di cominciare concretamente a elaborare un piano serio per invertire questo declino inarrestabile a cui ci sta portando”, conclude Bruni.

Articoli Correlati