“L’illusione è la gramigna più tenace della coscienza collettiva: la storia insegna, ma non ha scolari” - Antonio Gramsci
HomeAgoràAgorà Reggio CalabriaReggio, alla 'Mediterranea' il convegno scientifico “Casi clinici controversi: la clinica incontra...

Reggio, alla ‘Mediterranea’ il convegno scientifico “Casi clinici controversi: la clinica incontra il territorio”

Si terrà sabato 20 aprile 2024, presso l’aula Magna Quaroni della Facoltà di Architettura dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria, il convegno scientifico dal titolo “Casi clinici controversi: la clinica incontra il territorio”, organizzato dall’ASP di Reggio Calabria diretta dalla dott.ssa Lucia Di Furia.

Un convegno che sancisce la ripresa dell’attività formativa da parte dell’azienda sanitaria provinciale di Reggio Calabria, dopo lo stop imposto dal periodo pandemico. Segnale questo positivo e importante poiché la formazione assume un ruolo centrale sia riguardo alla valorizzazione del capitale umano sia alla promozione dell’innovazione. Lo scopo è quello di offrire alla comunità professionale percorsi formativi in grado di soddisfare i fabbisogni in modo compatibile ai contesti e agli obiettivi di lavoro e in coerenza con le esigenze di cambiamento e di miglioramento della qualità delle cure. 

Una giornata di formazione di altissimo livello – i cui referenti responsabili del convegno sono il Dott. Antonino Putortì, Pediatra di base e il Dott. Giovanni Calogero, Responsabile della formazione ASP di Reggio Calabria – che vedrà intervenire importanti relatori a livello nazionale, quali il prof. Francesco De Luca, Cardiologo Pediatra,  la Prof.ssa Mariella Valenzise, Professore di pediatria università di Messina, il dott. Domenico Minasi, Direttore UOC Pediatria GOM Reggio Calabria, la dott.ssa Isabella Mondello, Direttore f.f. UOC TIN, Nido e Neonatologia, la dott.ssa Maria Rosa Calafiore, Direttore UOC Pediatria Ospedale “S.M. degli Ungheresi” di Polistena,  il dott. Antonio Musolino, Direttore UOC Pediatria Ospedale di Locri e molti altri validi professionisti che richiameranno l’attenzione dei partecipanti sulle patologie di maggiore interesse in età pediatrica la cui fenomenologia va modificandosi negli anni ed i cui segni clinici non vanno sottovalutati in occasione dei controlli periodici dal momento che sono fondamentali per avviare un corretto iter diagnostico-terapeutico. Nel corso di questa importante giornata formativa si porteranno all’attenzione dell’uditorio casi pediatrici di particolare interesse clinico riscontrati sul territorio e trattati in centri di assistenza di secondo livello.

Un convegno dai contenuti importanti con il prezioso contributo anche di giovani medici calabresi che stanno completando il proprio percorso formativo, in modo brillante, al nord con l’auspicio che possano divenire le future eccellenze professionali nella propria terra.

Articoli Correlati