“Ti accorgerai com'è facile farsi un inutile software di scienza e vedrai che confuso problema è adoprare la propria esperienza” - Francesco Guccini, Culodritto
HomeCalcioBandecchi al Dispaccio: "Fenice? Non ho niente da dire, dispiaciuto che sia...

Bandecchi al Dispaccio: “Fenice? Non ho niente da dire, dispiaciuto che sia all’ottavo posto. Sono vicino alla città di Reggio”

Dopo le provocazioni lanciate in conferenza da chi ormai tocca livelli di suscettibilità tali da superare ogni immaginazione, il Dispaccio ha contattato Stefano Bandecchi, titolare dell’Università Nicolò Cusano e sindaco di Terni, per chiedergli se ha saputo di questa sorta di ultimatum per cedere La Fenice Amaranto non si sa a che condizioni.

Laconica la risposta dell’imprenditore livornese: “Personalmente non ho niente da dire sulle cose che fanno gli altri. Ogni altro è in grado di guardare in casa sua. Sono dispiaciuto che la squadra sia all’ottavo posto, ma la palla è tonda. Dopodiché, sono vicino a Reggio e alla città”.

Bandecchi, che lo scorso settembre aveva partecipato al bando del Comune di Reggio per l’assegnazione del titolo sportivo, sottolinea un passaggio che gli è suonato strano durante la conferenza di poche ore fa: “Ci sono dei passaggi in cui troppo spesso si parla di politica, forse riguardano me. E mi viene da sorridere, perché significa che anche le pulci hanno la tosse”.

p.f.

Articoli Correlati