“La verità non muore mai” - Seneca
HomeItaliaDonazione in memoria: come si fanno e perché sono importanti

Donazione in memoria: come si fanno e perché sono importanti

Si sente più spesso parlare di “donazioni in memoria”, ovvero delle offerte elargite ad associazioni e organizzazioni no-profit in ricordo di una persona scomparsa. Ma di cosa si tratta esattamente? In poche parole, quando si parla di donazioni in memoria di una persona venuta a mancare si fa riferimento a un gesto liberale posto in essere per ricordare un amico, un collega, un parente, deceduto e, al tempo stesso, aiutare il prossimo.

Mediante le donazioni in memoria, infatti, è possibile aiutare enti e organizzazioni che quotidianamente si prodigano nel fornire assistenza al prossimo.

Come si fa una donazione in memoria?

Una donazione in memoria di un defunto è un processo semplice e sicuro. È possibile effettuarlo in diversi modi: compilando un modulo online sul sito web dell’associazione, oppure utilizzando un bonifico bancario, il conto corrente postale, ecc.

Dopo aver completato l’operazione, l’associazione invierà una lettera oppure un’e-mail personalizzata alla famiglia del defunto, informandola del gesto effettuato in memoria del caro scomparso. Ad ogni modo, per saperne di più, scopri come fare un’offerta in memoria di un defunto direttamente sul sito dell’associazione scelta.

Quanto donare

In genere quando si vuol effettuare una donazione in memoria la prima cosa a cui si pensa è quanto donare. Ovviamente non esiste una risposta universale, dipende dalle proprie possibilità economiche. È bene capire però che qualsiasi somma può essere utile per finanziare enti e persone che ogni giorno scendono in campo per aiutare chi è stato meno fortunato.

Per poter raccogliere una cifra più elevata potrebbe essere un’ottima idea organizzare una sorta di colletta tra amici, parenti e tutti coloro che vogliono contribuire al gesto solidale. La donazione non per forza deve avere per oggetto una somma di denaro. Infatti, è possibile donare anche beni immobili o mobili che possano rivelarsi utili al donatario.

Si pensi ad esempio a chi ha un ufficio che non utilizza più e vuole donarlo a un ente che opera nel settore della solidarietà al fine di permettergli di creare una seconda sede oppure un deposito dove conservare attrezzatura ecc.

Perché fare una donazione in memoria?

Ci sono diverse ragioni per le quali molti scelgono di fare una donazione in memoria, ad esempio:

  • Contribuire a una causa benefica: le donazioni permettono di supportare cause oppure organizzazioni care al defunto, e continuare il suo impegno per le questioni che riteneva importanti;
  • Elaborare il lutto: fare un gesto di solidarietà come una donazione può aiutare nel processo di elaborazione del dolore della perdita. Contribuire positivamente a cause benefiche, infatti, può fornire un senso a un momento di grande tristezza;
  • Condividere il ricordo di un defunto con altri: le donazioni in memoria permettono di condividere il ricordo della persona amata con altri, mantenendo viva la sua memoria attraverso un atto di generosità condivisa;
  • Offrire sostegno alla famiglia: un’offerta a un’associazione benefica in memoria di un defunto è un gesto di sostegno emotivo per la sua famiglia. In questo modo, infatti, è possibile dimostrare concretamente che la persona amata è stata apprezzata e che il suo ricordo continuerà a vivere attraverso atti di gentilezza e generosità.

Contattare la famiglia del defunto

Prima di fare una donazione in memoria della persona venuta a mancare potrebbe essere una buona idea mettersi in contatto con la famiglia di quest’ultimo per almeno due ragioni.

Da un lato, è possibile ricevere un feedback dalla famiglia del defunto, in modo da sapere loro cosa ne pensano al riguardo. Dall’altro, è possibile anche sapere se il defunto avesse o meno delle preferenze verso determinate tematiche oppure verso alcune organizzazioni.

È possibile chiedere altresì, in caso contrario, se la famiglia stessa abbia delle predilezioni rispetto all’ente da beneficiare con la donazione.

Articoli Correlati