“Pane e coraggio ci vogliono ancora che questo mondo non è cambiato, pane e coraggio ci vogliono ancora sembra che il tempo non sia passato” - Ivano Fossati
HomeItaliaGli specializzandi sanitari manifestano per i propri diritti

Gli specializzandi sanitari manifestano per i propri diritti

Le associazioni ABIFB – Associazione dei Biologi Italiani e dei Futuri Biologi,  L.A.Psi. – Libera Associazione Psicologia e ReNaSFO – Rete Nazionale degli Specializzandi in Farmacia Ospedaliera comunicano che il giorno 23 marzo a partire dalle ore 11 manifesteranno presso Piazza Santi Apostoli a Roma per richiedere la retribuzione dei tirocini delle Scuole di Specializzazione di area non medica (biologia, farmacia, psicologia).

Lo scopo della manifestazione è quello di ottenere equi trattamenti economici rispetto alle attività lavorative che vengono quotidianamente svolte dagli specializzandi e dalle specializzande di area sanitaria non medica presso le strutture del Servizio Sanitario Nazionale. I colleghi e le colleghe che frequentano una Scuola di Specializzazione, oltre a non ricevere una retribuzione, non dispongono  di ferie, malattie e dei contributi previdenziali; ciò si configura come un’evidente assenza dei diritti essenziali previsti dalla Costituzione Italiana. Gli specializzandi e le specializzande di area sanitaria non medica svolgono 4 anni di tirocini professionalizzanti, lavorando di fatto gratuitamente per il Sistema Sanitario Nazionale e dovendo anche pagare per poter svolgere il tirocinio professionalizzante.

È arrivato il momento di fare sentire le voci di tutti i professionisti e di tutte le professioniste che continuano a veder lesa la propria dignità. Pertanto, chiediamo a colleghi e colleghe di scendere in piazza a manifestare per la tutela dei nostri diritti.

Articoli Correlati