“La verità è la nostra padrona, non noi i suoi padroni” - Mihai Eminescu
HomeFronte del palcoIl teatro di Eduardo si racconta ai giovani

Il teatro di Eduardo si racconta ai giovani

Eduardo, l’esperienza del teatro a tutto tondo, il palcoscenico raccontati dalla prospettiva del grande drammaturgo napoletano. Un’immersiva attività formativa coinvolgerà decine di studenti del Pollino in un doppio appuntamento tra Calabria e Basilicata, frutto di una collaborazione fra Menodiunterzo, l’associazione castrovillarese diretta da Francesco Gallo, e Acav, l’associazione lucana presieduta da Silvestro Maradei che a Rotonda organizza il festival del teatro amatoriale da sei anni, e che si inserisce altresì nel percorso promosso dall’Itis “E. Fermi” vincitrice del bando “Per chi crea” promosso dal Ministero della cultura e gestito da Siae.

A raccontare le sfaccettature di Eduardo De Filippo, del suo lavoro, della passione per i giovani e della traccia radicale che ha impresso al teatro del novecento ma anche a quello contemporaneo saranno tre ospiti d’eccezione: Giulio Baffi, uno dei pochi critici teatrali a poter vantare la personale amicizia con il maestro del teatro napoletano, cronista teatrale de la Repubblica e presidente dell’Associazione nazionale dei critici di teatro; Sabrina Fasanella critica teatrale per la rivista online teatroecritica.net; Alessandro Toppi direttore responsabile de La Falena, rivista semestrale di critica e culturale teatrale edita dal teatro Metastasio di Prato, nonchè redattore di Hystrio, trimestrale teatrale di grande rilievo nazionale.

Saranno loro gli animatori del primo incontro culturale di approfondimento sulla figura di Eduardo che vedrà protagonisti gli studenti del Liceo Scientifico e dell’Istituto comprensivo don Bosco di Rotonda, lunedì 22 aprile alle ore 9:30 presso il cine teatro comunale della cittadina lucana. Appuntamento al quale parteciperanno anche Rocco Bruno, sindaco di Rotonda, Nicola Grande, presidente Uilt Basilicata, Catello Chiacchio, direttore centro studi Uilt Basilicata, moderati da Silvestro Maradei e accompagnati dalle letture di Francesca Vico.

Martedì 23 aprile alle ore 10:30 invece sarà la Sala Varcasia di Castrovillari ad accogliere il secondo evento di conversazione sulla figura del drammaturgo napoletano introdotto dai saluti del sindaco Domenico Lo Polito, dei dirigenti scolastici dell’IIS Alfano – Garibaldi – Da Vinci, Elisabetta Cataldi, dell’Ipseoa Wojtyla, Immacolata Cosentino, dell’Itis Fermi Raffaele Le Pera, dell’IIS Mattei – Pitagora – Calvosa, Vincenzo Tedesco. Moderati dal giornalista Vincenzo Alvaro, Giulio Baffi, Sabrina Fasanella e Alessandro Toppi accompagneranno gli alunni delle scuole superiori cittadine alla conoscenza intima di Eduardo anche grazie alle letture di Francesca Vico.

«Avvicinare i ragazzi alla cultura in generale e al teatro in particolare, attraverso la figura di un grande protagonista del palcoscenico come Eduardo ci rende felici perché crediamo, insieme agli istituti coinvolti, che il ruolo della scuola sia quello di prendersi cura dei propri studenti e seminare nei loro cuori e nei loro occhi la bellezza dell’incontro con realtà nazionali. Lo facciamo nel percorso di promozione culturale incentrato sull’arte e la resilienza, potendo contare su un piccolo contributo assegnato dalle Politiche giovanili, indetto dalla Regione Calabria» ha dichiarato Francesco Gallo, ideatore ed animatore del progetto.

Menodiunterzo, assieme ad Acav, lo scorso anno avevano organizzato una mattinata studio sull’arte teatrale nelle scuole per offrire spunti di conoscenza e riflessione agli studenti e per irrobustire la voglia di sapere con la speranza che portino frutti di bene per le comunità che abitano e vivono.

Articoli Correlati