“A volte bisogna rischiar, fare altre cose. Occorre rinunziare ad alcune garanzie perché sono anche delle condizioni” - Tiziano Terzani
HomeCalabriaCatanzaroCatanzaro, la minoranza sulla ciclabile in via Conti Falluc: "Chiesto sopralluogo per...

Catanzaro, la minoranza sulla ciclabile in via Conti Falluc: “Chiesto sopralluogo per verificare criticità”

“Che la comunicazione sia un’arma a doppio taglio lo sanno anche i bambini, se poi ti affidi a chi la città non la conosce e non la vive ogni giorno è naturale che gaffe e cantonate siano dietro l’angolo.

Mentre tutta la città spernacchia il prof per come si stanno realizzando i lavori della ciclabile a Santa Maria e al Corvo, i suoi “esperti” della comunicazione gli fanno incontrare il popolo in via Conti Falluc per fargli dire che la ciclabile risolverà i problemi della sicurezza stradale e ‘le criticità della circolazione’.

Ovviamente nessun commento degli “esperti” e del prof che, come un satrapo amministra i sudditi dalla cima di Palazzo De Nobili, relativamente alla qualità dei lavori della pista ciclabile che, è bene sottolineare, sembrerebbero essere costati 280 mila euro al chilometro.

E dire che nei giorni scorsi avevamo trasmesso un report con decine di anomalie costruttive della ciclabile (crepe, tombini, pali…) ma a Fiorita, evidentemente, non interessa come vengono spesi i soldi pubblici.

Nonostante l’inerzia dell’Amministrazione, vogliamo tranquillizzare i cittadini che abbiamo monitorato, grazie alle loro segnalazioni, i lavori e tutte le criticità e nei prossimi giorni presenteremo una dettagliata denuncia. I lavori della ciclabile, infatti, da cronoprogramma, dovrebbero concludersi proprio oggi e per questo abbiamo chiesto un sopralluogo al prof per rappresentargli “de visu” le tantissime criticità e verificare il rispetto dei capitolati di gara, evitando che soldi pubblici vadano sprecati e, a nostro parere, buttati via in malo modo”.

E’ quanto si legge in una nota dei consiglieri comunali di minoranza di Catanzaro Eugenio Riccio, Gianni Costa,  Manuel Laudadio,  Lea Concolino.

Articoli Correlati