“Pane e coraggio ci vogliono ancora che questo mondo non è cambiato, pane e coraggio ci vogliono ancora sembra che il tempo non sia passato” - Ivano Fossati
HomeCalabriaCatanzaroCatanzaro: due milioni di euro per il depuratore di località Verghello

Catanzaro: due milioni di euro per il depuratore di località Verghello

La giunta comunale, presieduta dal sindaco Nicola Fiorita, ha approvato, su proposta dell’assessore ai lavori Pubblici, Raffaele Scalise, la delibera che destina 1.903.049,05 euro per la realizzazione di interventi di efficientamento e manutenzione straordinaria sul depuratore di località Verghello. I fondi sono il risultato dell’analisi puntuale che i settori tecnici hanno effettuato dei mutui contraddistinti da residui non ancora erogati dalla Cassa Depositi e Prestiti, relativi a opere pubbliche formalmente non avviate o già ultimate e per le quali residuano somme non utilizzate.

L’impianto di depurazione, si legge in delibera, “unico a servizio della città, necessita di urgenti e improcrastinabili interventi di adeguamento e ristrutturazione, finalizzati a migliorarne le prestazioni, alla risoluzione delle criticità, alla facilità di manutenzione ordinaria, alla minimizzazione dei relativi costi, al miglioramento della tutela del corpo idrico ricettore (fiume Corace) nonché allo scopo di garantire il rispetto delle normative vigenti in termini di limiti di emissioni”.

“Fin dal nostro insediamento come governo cittadino – commenta Scalise – il depuratore è stato per noi una priorità, e questo per ragioni che sarebbe persino superfluo richiamare. Ci siamo mossi da subito e la delibera approvata dimostra che stiamo continuando a fare il massimo, peraltro con risorse attinte direttamente dal bilancio comunale. L’obiettivo per noi era evitare il ripetersi di un’estate come quella che la città ha dovuto vivere lo scorso anno. L’attuale impianto è stato concepito molto tempo fa, con criteri che oggi sono datati;  nel tempo è stato oggetto di varie modifiche e attualmente presenta diverse criticità. Già ad ottobre ci siamo mossi per l’elaborazione di un progetto che vi facesse fronte con le opportune soluzioni e individuasse il fabbisogno finanziario. Il passaggio in giunta è servito propria a dare copertura finanziaria a quel fabbisogno. Ciò significa che adesso potranno essere avviate le procedure di gara; una gara che faremo al massimo ribasso per accelerare i tempi di esecuzione dei lavori e arrivare all’estate con un impianto in linea per quanto riguarda sia i valori imposti dalla normativa sull’emissione delle acque e sia per quanto riguarda quelli delle emissioni”.

Articoli Correlati