“La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla” - Gabriel Garcia Marquez
HomeCalabriaForza Italia, Occhiuto verso la vice segreteria nazionale: "Dicevano che saremmo morti,...

Forza Italia, Occhiuto verso la vice segreteria nazionale: “Dicevano che saremmo morti, ma Berlusconi ha costruito grande partito”

“Sono candidato alla vice segreteria nazionale insieme a Deborah Bergamini, insieme ad Alberto Cirio, insieme a Stefano Benigni, dirigenti che hanno dimostrato in tante occasioni il loro valore. Non so se domani si voterà per i vice segretari o se si procederà per acclamazione. Secondo me se si votasse sarebbe un bell’esercizio di democrazia, di partecipazione”.

Lo ha detto il presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto, intervenendo al Congresso nazionale di Forza Italia, in corso al Palazzo dei Congressi di Roma, per presentare la sua candidatura alla vice segreteria del partito azzurro.

“Tanti delegati sono venuti qui a Roma, ed è giusto che ascoltino gli interventi di chi sta qui sul palco, ma è giusto anche che abbiano uno spazio di partecipazione attiva. Se non si dovesse votare, e se si dovessero eleggere i vice segretari per acclamazione, va bene comunque, perché Forza Italia ha dimostrato di essere un partito maturo e unito, pronto a lavorare insieme per il bene del Paese”.

“Nei Congressi provinciali che ci hanno condotto al Congresso nazionale ho visto un entusiasmo via via crescente fra i nostri iscritti, tra i nostri militanti” ha continuato Occhiuto dal palco di Palazzo dei Congressi. “Abbiamo l’entusiasmo dei redivivi, di quelli che sono scampati agli iettatori. Vi ricordate? Dicevano che saremmo morti. Dicevano che siccome Berlusconi era così grande, Forza Italia non sarebbe sopravvissuta alla sua scomparsa. E invece ne sottovalutavano la grandezza, perché Berlusconi è stato capace di costruire un partito che resistesse anche dopo di lui”.
“Oggi abbiamo la responsabilità di continuare quel lavoro. Abbiamo avuto, l’ho detto spesso, il migliore dei maestri, ma non ho mai visto persone farsi strada nella vita ricordando semplicemente i maestri che hanno avuto. Ho visto persone farsi strada perché hanno saputo realizzare gli insegnamenti dei maestri che hanno avuto.
Ecco, questo è il nostro compito. E credo che ci stiamo riuscendo, perché la partecipazione di oggi dimostra la voglia di militanza che c’è nella nostra base. Antonio Tajani è stato straordinario, ha fatto la summa delle ragioni per cui bisogna votare Forza Italia e per cui Forza Italia rappresenta la propria originalità nel centrodestra. Io lo ringrazio per il lavoro che ha svolto in questi mesi, ma lo ringrazio anche perché è stato per me, ma suppongo per molti di voi, un grande esempio di militanza”.

 

Articoli Correlati