“L'arte di non sapere, che non dev'essere confusa con l'ignoranza, perchè gli ignoranti non sono responsabili della loro triste condizione, nasce da un'idea autolatra ed egocentrica del mondo e della società” - Luis Sepúlveda
HomeBasketMyenergy Viola, il dirigente Calabrò:”Ci aspettiamo una seconda fase importante”

Myenergy Viola, il dirigente Calabrò:”Ci aspettiamo una seconda fase importante”

Il dirigente della Myenergy Reggio Calabria, Gabriele Calabrò, è stato ospite in Tv all’interno del format “Momenti neroarancio” in onda sull’emittente Videotouring, televisione ufficiale della società.

Ecco le sue impressioni riguardo il momento e l’ultima sfida:

“Ci sta una partita come quella di domenica scorsa. Siamo una squadra giovanissima. Ad inizio stagione ci davano tra le prime otto, siamo tra le prime quattro” Abbiamo giocato tantissime partite a mille all’ora. Abbiamo avuto una piccola flessione ma, consideriamo che il risultato, complice la seconda fase era già acquisito. Ci sta perdere, nonostante l’energia del pubblico di casa. Con il percorso fatto finora non mi sento di fare critiche a nessuno, staff e squadra. Pensiamo alla seconda fase che verrà giocata da una posizione di privilegio disputando il Play-In Gold. Nella stessa, la seconda fase, non conosciamo tutte le prossime avversarie e siamo in attesa di conoscere le prossime. Avremo il tempo, complice la pausa, per preparare al meglio la seconda fase calibrando al meglio mosse e contromosse”.

Ha rilevato una flessione rispetto alla prima parte del torneo?

“E’ naturale, anche perchè nella prima parte di campionato le squadre avversarie ancora non ti conoscevano così bene. L’effetto sorpresa ha funzionato. Oggi, i Coach Cigarini e D’Agostino, hanno in mano il nostro gioco brioso e le eventuali contromosse da prendere per battere gli avversari.”

Tema caldo, il problema arbitrale, una sua opinione?

“La squadra, salvo qualche frangente che deve importare poco, è concentrata sul campo.
Non cerchiamo giustificazioni ma, dobbiamo essere talmente preparati da capire che davanti a noi c’è un arbitro che può sbagliare nello svolgimento della sua funzione. Dobbiamo pensare di vincere non contemplando problematiche simili: sappiamo che c’era l’osservatore al tavolo degli ufficiali. SI confronteranno anche tra loro per crescere nell’ottica dello sviluppo collettivo. Sbagliamo tutti: siamo esseri umani.
Andiamo avanti con la forza giusta. Ci possono essere imprevisti e dobbiamo superarli”.

Le giovanili ed il Pianeta Viola?

Il Centro Viola lo aspettiamo con trepidazione e manca a tutti. E’ la casa del basket e tutti speriamo possa tornare ad essere tale. Stiamo continuando l’attività con costanza ed entusiasmo nelle strutture scolastiche grazie alla sinergia con due scuole di pallacanestro storiche del nostro territorio come Jumping e Botteghelle. Il nostro minibasket, inoltre, sta crescendo attraverso progetti in svariate scuole e tanti bambini si stanno avvicinando a questo sport”.

Articoli Correlati