“La verità è la nostra padrona, non noi i suoi padroni” - Mihai Eminescu
HomeBasketDierre Reggio: "Positività a iosa, ma la FIP "ci costringe" a giocare...

Dierre Reggio: “Positività a iosa, ma la FIP “ci costringe” a giocare la partita”

“Siamo qui a raccontavi di un caso limite, dove, il buon senso e la salute collettiva non è stata, a nostro avviso, rispettata ed è doveroso, dunque, far sentire la nostra voce.
Scendere in campo in 5 elementi? “Noi siamo la Dierre” e, sicuramente, ci faremo trovare pronti, nonostante tutto.
Nonostante il caso limite che stiamo vivendo, un parco giocatori tempestato di positività al Covid 19 ed una mano che, ci aspettavamo risultasse tesa nei nostri confronti, ma, probabilmente ci sbagliavamo.
E’ doveroso, però, sottolineare alcuni dati di riflessioni utili a leggere il nostro momento, assolutamente non sereno che stiamo attraversando e che potrebbe riguardare(non ce lo auguriamo) ulteriori formazioni del nostro campionato successivamente anche in vista dell’imminente post-season”. A comunicarlo in una nota il Dierre Basketball Reggio Calabria.

–banner–

“Partiamo dalla normativa vigente, in sintesi(la normativa integrale la potete ritrovare a margine del comunicato): Durante la stagione regolare , al raggiungimento di un numero di positivi superiore al 35% del gruppo atleti,o di un numero superiore a 5 elementi, la gara verrà rinviata d’ufficio dall’organismo competente.
Il nostro gruppo atleti, al momento, incluso un infortunato di lungo corso, è di 11 elementi: il trentacinque per cento di 11 elementi è, calcolatrice alla mano 3.85, dunque, quasi quattro atleti.
E’ anche vero che, normativa alla mano, il gruppo squadra, sebbene non sia la realtà dei fatti concreti, deve tassativamente essere composto da 15 atleti.Dunque, 5,25 in percentuale, ovvero, superare i cinque atleti positivi.(in sintesi più di cinque),
Il gruppo squadra Dierre Basketball Reggio Calabria ha al momento, cinque casi Covid 19 acclarati più un caso sospetto(febbre alta), il cui tampone molecolare sarà pronto lunedì ed un ulteriore caso da valutare molto attentamente, al momento negativo, convivente, nella medesima abitazione, con altri due casi Covid.
Ad oggi, non ci è stato concesso il rinvio della partita, ultima sfida del girone ad Orologio del campionato C Gold Memorial Haitem Fathallah, in programma domenica 20 marzo 2022 alle ore 18 al Palalumaka contro la formazione Green Palermo”.

“Inutile parlare di ipotesi, ascoltate ma da noi non condivise riguardanti l’eventuale richiesta, da parte nostra di annullamento della gara.
Abbiamo, al momento, 5 atleti arruolabili nel roster, dunque, daremo vita, alla nostra gara domenicale e con lo spirito che ci contraddistingue alla nostra “inedita” e “particolare” partita di pallacanestro, con la speranza non vi siano ulteriori conseguenze e ponendo un quesito a tutte le squadre del girone, agli organismi competenti a livello nazionale e locale.
E’ normale ed “umano” tutto quel che sta succedendo?
Dove è finito il “buon senso” che dovrebbe regnare sovrano in categoria del genere e che, sempre in ottica puramente verbale ha permeato la voglia di ripartire del basket alle nostre latitudini e non solo?
Con quale spirito gli enti competenti pensano di fidelizzare società giovani come la nostra, i nostri sponsor, la nostra gente. ed il pubblico che ci segue numeroso domenicalmente dopo aver, burocraticamente “non teso” un braccio che serviva per aiutarci in una netta situazione di difficoltà sanitaria?”.

Articoli Correlati