“La realtà non è altro che un 'paesaggio nella nebbia': misterioso e tutto da scoprire” - Theo Anghelopoulos
HomeAgoràAgorà Reggio CalabriaPresentata a Reggio Calabria la proposta di legge Antoniozzi: "Età del consenso...

Presentata a Reggio Calabria la proposta di legge Antoniozzi: “Età del consenso sessuale da 14 a 16 anni”

Portare l’età del consenso sessuale da 14 a sedici anni. È il disegno di legge dell’on Alfredo Antoniozzi, vice capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera, presentato stamani a Reggio Calabria nel corso di una conferenza stampa.
Sono stati Bruno Squillaci ed Ersilia Cedro, coordinatori di Fdi di Reggio Calabria, ad aprire i lavori.
“Questi problemi – ha detto Ersilia Cedro – sono in mezzo a noi e riguardano la tutela degli adolescenti e dei bambini, insidiati dal web”.
“Per noi – ha detto Bruno Squillaci – è l’esordio da responsabili del partito nella città metropolitana e lo facciamo con grande onore partendo da un tema così delicato”.
“Siamo orgogliosi – ha detto Antonio Marziale – di avere fatto nascere un iter legislativo così importante. Non possiamo avere una soglia così bassa del consenso sessuale e l’input partito dall’on Neri è stato raccolto con coraggio e sensibilità dall’on Antoniozzi: schierarsi dalla parte dei bambini è oggi un atto di grande responsabilità che qualifica Fdi, primo partito italiano”.
“Siamo onorati – ha detto Peppe Neri – di avere fatto nascere da Reggio Calabria e dal Consiglio regionale un’iniziativa così lodevole e significativa sul piano politico.
In Consiglio regionale la mia mozione è stata votata all’unanimità da tutte le forze politiche e questo è di buon auspicio per l’iter parlamentare.
La proposta di Antoniozzi va ad incidere sul codice penale – ha proseguito Neri – prevedendo sanzioni per i rapporti con chi ha un’età minore dei sedici anni.
Questa è un’azione politica – ha detto Neri – perché la tutela dell’infanzia è un fatto politico rilevante e su questo la presidente Meloni è sempre stata sensibile”.
“Ho presentato la proposta – ha detto Antoniozzi – sulla scorta della mozione dell’on Peppe Neri, capogruppo in consiglio regionale, votata all’unanimità dall’assemblea calabrese ed elaborata insieme al Garante nazionale per l’infanzia e l’adolescenza, Antonio Marziale.
Il ddl allinea il nostro Paese alle altre comunità europee ed occidentali ed ha ovviamente riflessi in materia penale.
La mozione di Peppe Neri – ha detto ancora Antoniozzi – e del garante Marziale recepisce il bisogno di una sessualità giovanile consapevole.
Non possiamo pensare che un bambino di 14 anni abbia una maturità per una sessualità libera e consapevole.
Sul tema della sessualità e dei minori ho depositato il DDL che Giorgia Meloni – ha proseguito Antoniozzi – presento il 2013 con una raccolta di firme promossa dal giornalista Mario Campanella, che prevede l’esclusione di ogni forma di patteggiamento per i reati connessi alla pedofilia.
Questo tema riguarda la questione più sacra in assoluto: la tutela dell’infanzia e la lotta alla pedofilia”.
Articoli Correlati