“Ho imparato così tanto da voi, Uomini... Ho imparato che ognuno vuole vivere sulla cima della montagna, senza sapere che la vera felicità sta nel come questa montagna è stata scalata” - Gabriel Garcia Marquez
HomeAgoràAgorà CosenzaNuova tappa per la rigenerazione urbana del Comune di Castrolibero: "Yes I...

Nuova tappa per la rigenerazione urbana del Comune di Castrolibero: “Yes I start up” gratuito per chi investirà nel nuovo borgo

Il Comune di Castrolibero procede a passo spedito nella costruzione della sua nuova veste di Borgo del Turismo lento e del Benessere, attraverso il progetto “Castrufrancu e i Bagni del Palazzotto. Il Borgo dei Saperi senza tempo”, finanziato con fondi del “Progetto strategico per la Valorizzazione dei Borghi della Calabria ed il Potenziamento dell’Offerta Turistica” della Regione Calabria, Programma Regionale Unitario 2014/2020, e avente ad oggetto la ristrutturazione di otto immobili storici del Comune stesso, da destinare ad attività sociali, culturali e di welfare diffuso.

 

Nei giorni scorsi si è infatti tenuto, su iniziativa dell’Amministrazione comunale, un incontro cruciale che ha coinvolto attivamente una parte della cittadinanza, con l’obiettivo di creare una stretta sinergia tra la Comunità e le Istituzioni e ridare, così, slancio a un’area ricca di storia e potenzialità, proiettandola verso un nuovo futuro.

 

La riunione ha visto la partecipazione attiva del settore privato e dei vertici dell’Amministrazione, ovvero il sindaco Orlandino Greco e gli assessori Giovanni Greco e Nicoletta Perrotti, affiancati dal direttore generale dell’Ente Cantieri di Imprese ed esperto di finanza agevolata, ing. Salvatore Modaffari, dal Direttore dei Lavori, ing. Fausto Capitano, e dall’Amministratrice di Piano B srls e responsabile e immagine e comunicazione del progetto, Anna Infante.

 

Al centro dei lavori si è collocata la trasformazione del borgo in un modello di rigenerazione urbana, con l’intento primario di offrire nuove opportunità finanziarie per l’avvio di imprese nel settore turistico, creando un terreno fertile per lo sviluppo e l’innovazione appunto imprenditoriale.

 

Primo a parlare l’Assessore al Bilancio e al Patrimonio Giovanni Greco, che ha illustrato sinteticamente il progetto, soffermandosi sull’avanzamento dei lavori in corso sugli immobili e sullo stato dell’arte dei finanziamenti e delineando le nuove prospettive del centro storico. «Questa iniziativa – ha detto – non è più di una semplice visione, ma un concreto punto di partenza verso un processo di rinascita condivisa».

 

A seguire, il sindaco Orlandino Greco, che ha da parte sua specificato come ciò che si sta realizzando sia un programma ambizioso, che trasformerà Castrolibero in un modello tangibile di collaborazione tra comunità e Istituzioni. «Questa trasformazione mira con decisione – ha ribadito con fermezza il primo cittadino – a rianimare l’intera area, richiamando turisti e investitori, mentre al contempo si preserva l’importanza di custodire e valorizzare la sua identità storica. Il borgo è un patrimonio inestimabile, infatti, da conservare intatto per le prossime generazioni, ma anche e soprattutto una risorsa su cui investire senza riserve».

 

L’Assessora ai Lavori Pubblici, Promozione e Tutela del Centro Storico, Nicoletta Perrotti, ha poi sottolineato con enfasi l’importanza vitale di narrare la storia dei luoghi, come pietra angolare per ogni processo di rigenerazione. Ha prospettato, inoltre, un’apertura culturale senza precedenti per la città, che si trasformerà in un laboratorio vivente e coinvolgente, dove la millenaria storia diventa un’attrazione turistica ma anche un catalizzatore per investimenti imprenditoriali all’avanguardia.

Il suo intervento è risuonato come un invito a tessere nuovi racconti, a far rivivere le mura e a innescare un rinascimento culturale per Castrolibero.

 

Infine, l’Ing. Salvatore Modaffari, in qualità anche di promotore di “YES I START UP”, percorso di formazione e accompagnamento all’autoimpiego e alla creazione di impresa rivolto ai giovani Neet, ai giovani disoccupati e alle donne inattive, ha comunicato la disponibilità gratuita di questo strumento per chi desideri investire su Castrolibero.

Un’eccellente notizia, dunque, per il Comune, che potrà trovare in questo supporto una grandissima opportunità di coinvolgimento e di attrazione di nuove idee, sviluppabili proprio attraverso lo strumento promosso dalla Regione Calabria e dall’Ente Nazionale per il Microcredito.

“Yes I start up”, infatti, si propone, appunto, di strutturare in maniera completa le idee imprenditoriali dei partecipanti, analizzandone la sostenibilità e formalizzandole attraverso la stesura di un business plan dettagliato, nonché di offrire assistenza, sia durante la fase di presentazione della domanda di finanziamento, che dopo l’avvio dell’attività, favorendo l’accesso a finanziamenti agevolati e garantendo tempi rapidi e sicuri per il successo delle nuove iniziative.

Una chiara via, dunque, per la rigenerazione urbana di Castrolibero è stata tracciata, con l’inizio di un percorso che, partito in questo caso da chi possiede immobili chiusi all’interno del centro storico del Comune, proseguirà con successivi incontri aperti a tutta la cittadinanza, in un’ottica, ancora una volta sottolineata anche in questa occasione, di apertura verso una rinascita e verso l’innovazione, ma con le radici ben salde nel passato e nella storia del territorio.

Articoli Correlati