“Chi rinuncia alla libertà per raggiungere la sicurezza, non merita né la libertà né la sicurezza” - Benjamin Franklin
HomeAgoràAgorà Catanzaro"Ip Ip Urrà": l'11 giugno a Lamezia Terme nel cortile della scuola...

“Ip Ip Urrà”: l’11 giugno a Lamezia Terme nel cortile della scuola dell’infanzia Mortilla “Insieme si può fare la scuola bella”

Due appuntamenti importanti chiudono il progetto “ Ip Ip Urrà – infanzia prima” selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile: “Insieme si può fare la scuola più bella”a Lamezia Terme oggi ,11 giugno alle 17 nel cortile della Scuola dell’Infanzia di Mortilla e poi a Scampia dal 15 al 17 giugno il Festival delle città bambine: Scampia capitale dell’ infanzia”.
A Lamezia Terme taglio del nastro per l’allestimento del “Parco con giochi educativi”a misura di famiglia nel cortile della scuola di Mortilla e un pomeriggio dedicato a genitori e figli.
«Un viaggio all’insegna di una comunità educante che cresce – dice Maria Elena Godino, di Comunità Progetto Sud e responsabile del progetto Ip Ip Urrà – e che vuole trovare spazi a misura di famiglie e per tutti e tutte, dove l’inclusione scolastica è il gancio per contrastare le povertà educative».
«In due anni – continua la Godino – con il progetto Ip Ip Urrà anni abbiamo lavorato a stretto contatto con 12 associazioni e cooperative attive in 10 regioni d’Italia e abbiamo messo a confronto metodi e strategie per contrastare ogni forma di discriminazione e favorire i diritti dei bambini e delle bambine. Una città – conclude – che mette al centro i più piccoli è una città che pone le basi per il benessere collettivo e questo lo abbiamo messo a sistema grazie alla scuola, alle famiglie, agli operatori che hanno collaborato con noi in questo percorso che ci ha visti lavorare con l’IC Sant’Eufemia nei plessi di due scuole dell’Infanzia: Mortilla e Sant’Eufemia».
Il progetto si conclude poi a Scampia (Na), dove ha sede l’associazione chi rom e…chi no capofila dell’iniziativa che da sud a nord ha coinvolto tantissimi partner, enti e scuole su 10 regioni italiane.
Nel quartiere di Scampia, dal 15 al 17 giugno, per questo terzo e conclusivo viaggio di comunità sono attesi almeno 150 partecipanti provenienti da 10 regioni del nostro Paese. Il percorso è iniziato nel 2020 e ha coinvolto complessivamente 15.648 bambine e bambini, il 23,5% di origine straniera. Sono stati convolti circa 11.347 i genitori ed adulti di riferimento e oltre 80 operatori. Più di 400 iniziative tra percorsi, eventi, laboratori e feste di quartiere realizzate su scala nazionale.
Questo ultimo viaggio di comunità assume la dimensione di un festival aperto alla città, in cui le tante famiglie provenienti da tutta Italia e dai tanti posti del mondo, incontreranno le rete territoriale di Scampia e la città di Napoli all’interno di tre giorni di laboratori, parate, incontri, workshop e un convegno finale. Due alberghi sono locati per intero, una residenza religiosa, con campo base presso il Centro Chikù cibo e cultura, tante le realtà cittadine coinvolte in vari intrecci nazionali come l’orchestra Musica Liberi Tutti- Pratiche quotidiane per crescere insieme a Suon di Musica a Scampia che si gemella con “TrillArgento” orchestra di Genova.
In chiusura si terrà il convegno nazionale conclusivo dell’esperienza nella sede dell’Università Federico II di Scampia il 17 giugno dove interverranno il presidente dell’impresa sociale Con i Bambini Marco Rossi Doria, l’assessora all’istruzione e alle Famiglie Maura Striano, i rappresentanti delle istituzioni, dell’università e del terzo settore, le famiglie, scrittori, urbanisti, pedagogisti. In quella sede sarà lanciato il Manifesto per l’infanzia e la pubblicazione del diario Parole Appuntate – il quaderno di Ip Ip Urrà .
I partner del progetto: Associazione Chi rom…e chi no (capofila Napoli); Cooperativa Sociale Il Cantiere (Bergamo), Coop L’Abbaino (Firenze), Coop. Soc. Mignanego (Genova), Ass. Comunità Progetto Sud (Lamezia Terme), Ass. Fermenti lattici (Lecce), EcoS-Med coop. soc. (Messina), Libera Compagnia di Arti & Mestieri Sociali (Pioltello- Mi), Associazione 21 luglio (Roma), Coop. Soc. Educazione Progetto (Moncalieri -To), Fondazione Zancan, Università Federico II centro Sinapsi e tante scuole, enti e partner sparsi lungo lo stivale.

Il progetto è stato selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Il Fondo nasce da un’intesa tra le Fondazioni di origine bancaria rappresentate da Acri, il Forum Nazionale del Terzo Settore e il Governo. Sostiene interventi finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori. Per attuare i programmi del Fondo, a giugno 2016 è nata l’impresa sociale Con i Bambini, organizzazione senza scopo di lucro interamente partecipata dalla Fondazione CON IL SUD. www.conibambini.org.

Articoli Correlati