“Chi rinuncia alla libertà per raggiungere la sicurezza, non merita né la libertà né la sicurezza” - Benjamin Franklin
HomeAgoràIl passito "Centocamere" premiato con la Gran Medaglia d'Oro alla XXII^ edizione...

Il passito “Centocamere” premiato con la Gran Medaglia d’Oro alla XXII^ edizione del Concorso Enologico Internazionale Città del Vino

Il passito “Centocamere” IGP Greco Bianco dell’azienda Barone Macrì è uno dei migliori vini italiani. Questo il responso dei 60 commissari del Concorso Enologico Internazionale “Città del Vino”, organizzato come di consueto dall’Associazione Nazionale Città del Vino, e che quest’anno si è tenuto nella storica sede dell’Unione Ginnastica Goriziana di Gorizia, che ha assegnato al vino passito geracese la Gran Medaglia d’Oro. Dopo i successi raccolti negli anni passati con 4 medaglie d’oro per gli spumanti e 2 per il passito, quest’anno è giunto il massimo riconoscimento grazie a studio, dedizione, miglioramento costante nella qualità e nel gusto raggiunto. Un passito innovativo e differente rispetto ai vini del Sud Italia quello proposto dall’azienda Barone Macrì. Di fatti il passito “Centocamere” IGP Greco Bianco ha un residuo zuccherino di 100g/l, in modo da non renderlo stucchevole al gusto. Inoltre, l’appassimento dell’uva non al sole diretto, fa sì che il vino tenda a conservare una componente aromatica e del colore (mandorla, frutti a polpa bianca), che in altre modalità verrebbero necessariamente meno. Alla XXII^ edizione, sono stati ben 1.186 i vini valutati dalle 12 commissioni, di cui 80% prodotti in Italia e 20% nel resto del Mondo. Da questi numeri, si può intuire pienamente ancora di più il valore del risultato ottenuto dalla cantina Barone Macrì. Appuntamento ora a lunedì 8 luglio quando a Roma, in Campidoglio presso l’aula consiliare “Giulio Cesare” avverrà la premiazione ufficiale.

Articoli Correlati