“La libertà, Sancio, è uno dei doni più preziosi che i cieli dettero agli uomini… Quindi per la libertà come per l’onore si può e si deve rischiar la vita” - Cervantes – “Don Chisciotte”
HomeAgoràStop alla moria di kiwi: l'Università di Udine coordina progetto nazionale di...

Stop alla moria di kiwi: l’Università di Udine coordina progetto nazionale di ricerca “Sos kiwi” in collaborazione con l’ateneo di Reggio Calabria

Trovare nuove soluzioni per contrastare la moria del kiwi, causata da una malattia, Kvds, che da più di dieci anni sta mettendo in ginocchio l’intera filiera in Italia. E’ l’obiettivo del progetto nazionale di ricerca Sos kiwi coordinato dall’Università di Udine, in collaborazione con la fondazione Agrion e gli atenei di Napoli Federico II, Reggio Calabria Mediterranea e Torino.

La ricerca – spiega l’ateneo friulano – analizzerà i meccanismi alla base della malattia e saranno identificati i biomarcatori utili per la diagnosi e definire nuove strategie di controllo e prevenzione. Allo studio, coordinato da Marta Martini, docente di Patologia vegetale del Dipartimento di scienze agroalimentari, ambientali e animali dell’ateneo friulano, partecipano ricercatori esperti di moria del kiwi a livello internazionale.

La ricerca, triennale, è finanziata con 800mila euro dal progetto “Ager – Agroalimentare e ricerca”, promosso da 18 fondazioni di origine bancaria, tra cui la fondazione Friuli. Sos kiwi è fra i tre vincitori del bando “Dal suolo al campo” promosso da Ager, che ha lo scopo di favorire soluzioni innovative per migliorare l’adattamento delle colture al cambiamento climatico, ritenuto tra le principali cause della diffusione della moria.

“Mentre i danni economici sono ben evidenti, tutti i fattori scatenanti la moria non sono noti e per combatterla non esiste una cura con fitofarmaci specifici, ma soprattutto una difesa preventiva – spiega Martini -, e con la nostra ricerca svilupperemo nuove tecniche per diagnosticare le cause e metteremo a punto sistemi di contrasto basati su portainnesti resistenti e su microrganismi utili del suolo”. Il 28 settembre a Reggio Calabria è in programma un convegno tecnico-scientifico nel corso del quale i ricercatori di Sos Kiwi faranno il punto sulla diffusione della malattia e sulla gestione della difesa.

Articoli Correlati