“Chi rinuncia alla libertà per raggiungere la sicurezza, non merita né la libertà né la sicurezza” - Benjamin Franklin
HomeItaliaDati personali e web: come dovrei comportarmi per essere tutelato

Dati personali e web: come dovrei comportarmi per essere tutelato

La digitalizzazione crescente delle attività quotidiane ha portato alla necessità di maggiori tutele in ambito di privacy e protezione dei dati personali.

Navigare su internet, utilizzare app o interagire sui social media significa lasciare tracce digitali che possono essere raccolte, analizzate e talvolta usate senza il nostro consenso esplicito. La domanda è quindi: come posso proteggere la mia privacy nel mondo digitale?

Nelle prossime righe del nostro articolo di oggi cercheremo di approfondire l’argomento, vedendo insieme come vengono gestiti i nostri dati sul web e come potremmo tutelarci da eventuali frodi.

 

Le normative vigenti sulla protezione dei dati

Gli ultimi anni hanno visto significativi avanzamenti nelle normative che mirano a tutelare i dati degli utenti.

In Europa, per esempio, il Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati (GDPR) è una pietra miliare che regola il trattamento e la libera circolazione dei dati personali. Capire questa e altre leggi simili è il primo passo per comprendere quali diritti abbiamo e come possiamo esercitarli efficacemente.

Non tutte le aziende o gli enti rispettano le norme imposte dal GDPR o da legislazioni similari a livello mondiale. Ci troviamo quindi spesso a dover individuare situazioni potenzialmente dannose. Per farlo, è essenziale sapere cosa configurare una violazione di dati: accessi non autorizzati, divulgazione, alterazione o distruzione impropria delle nostre informazioni personali sono tutti esempi comuni.

Questo da una parte potrebbe essere provocato dall’applicazione errata delle norme da parte dei diversi portali o piattaforme, mentre dall’altra potrebbe accadere di essere vittime dirette di attacchi di cyber criminali, come ad esempio quello avvenuto in Calabria recentemente su cui abbiamo anche scritto un articolo dedicato.

Ogni stato membro dell’UE ha istituito un Garante per la protezione dei dati personali, un’autorità indipendente incaricata di sorvegliare l’applicazione della normativa sulla privacy.

Questi organi sono preziosi punti di riferimento per denunciare problemi o per cercare assistenza in caso di dubbi o violazioni.

 

Adottare comportamenti consapevoli sul web

Nell’utilizzo quotidiano di internet e tecnologie connesse, molto dipende dai nostri comportamenti. Adottare misure precauzionali come verificare le impostazioni di privacy dei servizi online, utilizzare password robuste e aggiornare regolarmente il software contribuisce significativamente a ridurre i rischi di esposizione dei nostri dati.

Su questo argomento ti consigliamo anche di leggere questo articolo nel quale troverai alcune linee guida create da Poste Italiane per navigare online evitando le truffe tradizionali del web.

Fortunatamente, oggi disponiamo di varie tecnologie progettate per migliorare la sicurezza delle nostre informazioni personali. L’uso di VPN, sistemi di crittografia nei messaggi, e l’autenticazione a più fattori sono solo alcuni esempi di strumenti che possiamo usare per difendere la nostra privacy.

A proposito di VPN e dati personali degli utenti, vogliamo condividere con te, caro lettore, un approfondimento molto interessante uscito di recente. Secondo l’indagine degli esperti di ExpressVPN i dati personali degli utenti e i profili delle persone hanno un peso notevole per le principali piattaforme di social media. Il problema che si potrebbe però verificare tra qualche anno è l’incremento esponenziale del numero di account commemorativi di persone decedute, che potrebbe gravare in modo considerevole sulla mole di dati da gestire e le spese di hosting.

Per questa ragione è quindi necessario che i vari player del settore inizino a stabilire anche delle linee guida per come dovranno essere gestiti questi profili, in modo da tutelare i dati delle persone e renderli accessibili per la cancellazione o la preservazione anche dopo il decesso per i loro parenti prossimi e i loro cari, proprio come se si trattasse di una vera e propria eredità.

 

Come interagire con i grandi player di questo settore

Interagire con giganti del settore tecnologico può sembrare inevitabile, dato il loro ampio controllo su molte piattaforme web e servizi. Tuttavia, è possibile prendere decisioni informate su quali dati condividere e contestualizzare l’uso di questi servizi in base al rispetto che mostrano verso la normativa sulla privacy.

Come in molti altri campi, l’educazione gioca un ruolo chiave. Mantenersi informati sulle nuove minacce alla sicurezza dei dati personali, così come sulle soluzioni tecnologiche emergenti, è essenziale per restare sempre un passo avanti ai potenziali rischi legati all’uso del web.

Fondamentale è anche il dialogo costruttivo tra chi crea le tecnologie e chi le usa. Assicurarsi che gli sviluppatori siano consapevoli delle preoccupazioni relative alla privacy può guidare lo sviluppo di prodotti più sicuri e orientati alla salvaguardia dei dati dell’utente.

Alla fine del giorno, il controllo rimane il pilastro della nostra sicurezza online. Ogni strumento o servizio che utilizziamo dovrebbe garantirci la capacità di controllare pienamente l’accesso e l’uso delle nostre informazioni personali.

Implementare e mantenere tale controllo ci permetterà di navigare nel mondo digitale con maggiore serenità.

Articoli Correlati