“Pane e coraggio ci vogliono ancora che questo mondo non è cambiato, pane e coraggio ci vogliono ancora sembra che il tempo non sia passato” - Ivano Fossati
HomeFronte del palcoFronte del palco CatanzaroA Lamezia Terme recital del pianista Giuseppe Modugno

A Lamezia Terme recital del pianista Giuseppe Modugno

Sarà un concerto dalla forte carica emotiva quello del pianista Giuseppe Modugno che, domenica 3 dicembre, alle ore 18:00, si esibirà nel Foyer del Teatro Grandinetti Comunale di Lamezia Terme in un concerto inserito nella stagione musicale organizzata da AMA Calabria. L’evento è finanziato con risorse PAC 2014/2020 erogate ai sensi dell’Avviso Pubblico “eventi di promozione culturale” emanato dalla Regione Calabria – Dipartimento Istruzione Formazione e Pari Opportunità – Settore Cultura”.

«La presenza di Giuseppe Modugno – ha dichiarato il direttore artistico Francescantonio Pollice – sarà un’ulteriore esibizione di un musicista dalla carriera consolidata. Noi di AMA Calabria siamo lieti di ospitare nel nostro cartellone un artista dalla grande caratura musicale, che raccoglie ovunque successi con la sua attività di concertista»

La classe e la sicurezza di un virtuoso del pianoforte contraddistinguono Giuseppe Modugno, sempre alla ricerca della perfezione del suono e del fraseggio in ogni sua esecuzione. Dotato di una tecnica sorprendente, cura con attenzione le sue scelte interpretative, conferendo una energia comunicativa, che lo pone tra i pianisti più interessanti della sua generazione.

Acclamato da critica e pubblico, Giuseppe Modugno è un musicista capace di cogliere ogni sfumatura delle partiture senza stravolgerne lo stile e la forma, mostrando doti tecniche eccezionali e una naturalezza fuori dal comune con il repertorio da lui scelto.

Nel concerto di Lamezia Terme il pianista eseguirà pagine celebri tra le più significative della musica classica scritte per il pianoforte. Arabesque in Do Maggiore op. 18″“Humoresque in Si bemolle Maggiore op.20” di Robert Schumann“Lieder ohne Wörte op.53 n. 1,2,3” di Felix Mendelssohn Bartholdy, “Barcarola op.60 in Fa diesis minore” di Fryderyk Chopin “L’isle joyeuse” di Claude Debussy metteranno in mostra la sua completezza di un pianista che non mancherà di riscuotere ulteriori consensi.

Sarà possibile assistere al concerto di Giuseppe Modugno con l’abbonamento sottoscritto per l’anno 2023-2024 oppure con l’acquisto del biglietto d’ingresso in vendita prima del concerto.

PROGRAMMA

Robert Schumann
Arabesque in Do Maggiore op. 18

Humoresque in Si bemolle Maggiore op.20

Felix Mendelssohn Bartholdy
Lieder ohne Wörte op.53 n. 1,2,3

Fryderyk Chopin
Barcarola op.60 in Fa diesis minore

Claude Debussy
L’isle joyeuse

BIOGRAFIA

Nato a Bologna, Giuseppe Modugno, si è diplomato in pianoforte presso il Conservatorio della sua città con il massimo dei voti e la lode Giuseppe Modugno ha vinto sette concorsi nazionali e due internazionali come solista e in duo pianistico. Frequenta abitualmente e con successo le principali sedi concertistiche italiane e straniere come solista e con orchestra. Ha registrato per la Rai e ha compiuto, tra le altre, tournées in Russia, in Germania, in Spagna, in Inghilterra, Francia, Belgio, negli Stati Uniti, in Sud America e in Giappone esibendosi per prestigiose istituzioni e in importanti sale da concerto. È membro dell’Accademia Filarmonica di Bologna dal 1994 ed è stato fin dalla nascita (nel 2004) Segretario artistico dell’Orchestra Mozart diretta da Claudio Abbado; con lui ha ideato ed organizzato l’Accademia dell’Orchestra Mozart, nelle cui fila sono passati alcuni dei giovani talenti italiani più interessanti degli ultimi anni. I suoi interessi lo portano a collaborare con importanti personalità del mondo della cultura (Massimo Cacciari, Massimo Donà, Giulio Giorello, Eugenio Riccomini, Vittorio Riguzzi) ed è stato molte volte ospite in RAI con Corrado Augias, con il quale ha registrato sedici DVD sui grandi compositori per Repubblica. Ha inciso per Nuova Era, Ermitage, Tactus e Concerto ed è titolare della cattedra di Pianoforte principale e Direttore dell’Istituto Musicale “Vecchi-Tonelli” di Modena e Carpi.

Articoli Correlati