“A volte bisogna rischiar, fare altre cose. Occorre rinunziare ad alcune garanzie perché sono anche delle condizioni” - Tiziano Terzani
HomeAgoràAgorà CatanzaroSalone del libro di Torino, Princi a Catanzaro incontra gli editori: "Gettare...

Salone del libro di Torino, Princi a Catanzaro incontra gli editori: “Gettare le basi per un programma ricco e innovativo”

“La vicepresidente della Giunta regionale con delega alla Cultura, Giusi Princi, ha incontrato gli editori calabresi per raccogliere idee e proposte necessarie a gettare le basi organizzative per la partecipazione della Regione alla XXXVI edizione del Salone del Libro, in programma dal 9 al 13 maggio a Torino”.

Lo riferisce un comunicato dell’ufficio stampa della Giunta regionale. “Dal confronto con le tante case editrici calabresi – afferma la vicepresidente Princi – sono emersi degli spunti davvero interessanti per una promozione globale del ricco mondo letterario calabrese alla storica manifestazione di Torino, che non riguarderà solo la vendita di volumi ma che sarà caratterizzata da una serie di iniziative che ci aiuteranno a costruire un futuro migliore attraverso la letteratura, attraverso le voci dei nostri autori più illustri come quelle di, per citarne solo alcuni, Saverio Strati, Franco Costabile, dei quali quest’anno ricorre anche il centenario della nascita, Corrado Alvaro, Pasquino Crupi, Leonida Repaci, attraverso gli scritti dei nostri autori contemporanei e di quelli emergenti. È stato un incontro molto partecipato dal quale sono emerse proposte e idee condivise inerenti al tema dell’edizione 2024 del Salone del Libro ‘Vita immaginaria’”.

“Quello a cui si sta lavorando – aggiunge Princi – è un ricco programma che vedrà il coinvolgimento attivo di tutti i Sistemi Bibliotecari regionali, con capofila, per come stabilito nel corso dell’incontro, del Sistema Bibliotecario Lametino. Inoltre, è stato deciso di nominare l’editore Franco Arcidiaco come rappresentante delle altre case editrici nella fase organizzativa della kermesse torinese. Come già nello scorso anno, anche L’edizione 2024 del salone si avvarrà della presenza delle scuole calabresi e sarà, quindi, animata e arricchita dalla partecipazione dei nostri studenti per i quali sono state pensate anche sezioni mirate di confronto generazionale con scrittori, ma anche con autori del mondo dello spettacolo come quello, ad esempio, previsto con il professore-cantante Roberto Vecchioni reduce del duetto con Alfa a Sanremo”.

“L’immaginazione è il sale della scrittura – sottolinea la vicepresidente – è la fonte della creatività, il solco dove i nostri sogni si alimentano.Dall’immaginazione vogliamo partire per costruire un mondo reale dove i libri siano protagonisti. E la presenza Regione al Salone del Libro sarà l’omaggio alla vita immaginaria in tutte le sue sfaccettature ma sarà, anche e soprattutto, lo spazio per raccontare, pura con la letteratura, la Calabria con il suo territorio bellissimo e misterioso, con la sua comunità viva che immagina la propria terra ricca di possibilità dove poter concretamente alimentare sogni e speranze”. Nel corso dell’incontro, presenti anche la dirigente generale del Dipartimento cultura, Maria Francesco Gatto, e la dirigente di settore, Ersilia Amatruda, la vicepresidente ha informato che lo spazio riservato alla Calabria nella parte più centrale del Salone sarà di oltre 200 metri quadrati.

Articoli Correlati