“Se vuoi descrivere ciò che è vero, lascia l’eleganza al sarto” - Albert Einstein
HomeCalabriaVibo ValentiaA Vibo il corso salvavita dell'Ente Bilaterale del Terziario

A Vibo il corso salvavita dell’Ente Bilaterale del Terziario

Si è tenuto a Vibo Valentia il terzo corso BLSD promosso dall’Ente Bilaterale del Terziario delle province di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia. Dalle nozioni di primo soccorso e rianimazione fino all’uso del defibrillatore e la manovra salvavita di Heimlich nel soffocamento da corpo estraneo in età adulta e pediatrica, ai lavoratori e datori di lavoro sono state fornite informazioni importanti ed essenziali nella vita quotidiana nell’ottica di un Ente che non mira solo alla formazione e riqualificazione, oltre che all’erogazione di forme di sostegno al reddito, ma punta anche a diffondere “istruzioni salvavita”.

Basti ricordare che ogni anno in Italia 60mila persone vengono colpite da arresto cardiaco e tra queste sono in aumento anche giovani e anziani

“I corsi BLSD proseguiranno nei prossimi mesi – afferma il presidente dell’Ente Fortunato Lo Papa – così come altre iniziative. Il 21 febbraio proprio a Vibo affronteremo in un convegno il tema del ruolo della bilateralità legato alla contrattazione e al cattivo uso dei contratti pirata ma parleremo anche di formazione. Il territorio vibonese che ha un’importante vocazione turistica, ai servizi e al commercio e merita attenzione tramite corsi che possano ampliare le competenze dei lavoratori ma anche tramite gli altri servizi che offriamo”.

“Ecco perché tramite le prossime iniziative  puntiamo a far conoscere i vantaggi della bilateralità per i lavoratori e le imprese che possono così diventare più competitive sul mercato”, aggiunge lo Papa che spiega che rispetto allo scorso anno sono state stanziate risorse di oltre il 30 per cento superiori per nuovi bandi, sostegni al reddito e alla natalità, corsi di formazione tra i quali quelli per la riqualificazione degli addetti delle attività commerciali, visual merchandising, corsi di inglese, social media e salute e sicurezza sul lavoro. Attività che per le aziende associate all’Ente non hanno alcun costo.

Articoli Correlati