“Ci sedemmo dalla parte del torto, visto che tutti gli altri posti erano occupati” - Bertolt Brecht
HomeCalabriaVibo ValentiaAggressioni a sanitari Vibo, medici e infermieri: “Violenze che condanniamo con forza”

Aggressioni a sanitari Vibo, medici e infermieri: “Violenze che condanniamo con forza”

Gli Ordini dei Medici e delle Professioni infermieristiche di Vibo Valentia esprimono profondo sconcerto e indignazione per “i vili atti di aggressione che si sono consumati presso l’ospedale Jazzolino di Vibo Valentia nel giro di una settimana”.

“Le violenze contro gli operatori sanitari, che hanno coinvolto il Pronto soccorso prima, e nella giornata di ieri il reparto di Malattie infettive Covid – sostengono i presidenti dei due organismi, Antonio Maglia e Stefano Moscato – sono azioni che condanniamo con forza, perché lontani dalla cultura dei professionisti che hanno fatto della relazione di aiuto la ragione del loro agire professionale. Non più tardi di venti giorni fa (12 marzo) si è celebrata la prima giornata contro la violenza agli operatori sanitari, quegli stessi professionisti lodati e definiti eroi durante il periodo più buio della pandemia e poi caduti nell’oblio, vittime di un sistema sanitario sofferente, di un territorio che sta perdendo anche i servizi sanitari più essenziali”.

“Sicuramente – hanno aggiunto i presidenti dei due Ordini – proprio il Covid ha creato nuove situazioni che hanno determinato un aumento della violenza, come ad esempio l’impossibilità per i parenti di visitare i pazienti ricoverati, ma questo non può dare luogo agli episodi vili di questi giorni”. Nell’esprimere profonda solidarietà ai colleghi colpiti da questi “brutali attacchi”, Moscato e Maglia chiedono con forza che la sicurezza dei professionisti sanitari “diventi la priorità, insieme alla necessità di soddisfare i bisogni degli assistiti”.

Articoli Correlati