“Ma è meglio poi, un giorno solo da ricordare che ricadere in una nuova realtà sempre identica” (Francesco Guccini, Scirocco -
HomeCalabriaCrotoneUniversità a Crotone, Gioventù nazionale: "Motore di sviluppo per il territorio"

Università a Crotone, Gioventù nazionale: “Motore di sviluppo per il territorio”

Il Commissario Provinciale di Gioventù Nazionale KR, movimento giovanile di Fratelli
d’Italia e già Senatore Accademico dell’Università della Calabria, Marco Stasi, esprime il
suo “fervente auspicio per l’effettiva apertura (sembra ormai cosa fatta) di un polo
universitario dedicato alla facoltà di Medicina e Chirurgia – TD nella suggestiva cornice
della Provincia di Crotone. La sua visione ambiziosa auspica che la proficua
collaborazione delle prestigiose istituzioni accademiche dell’Università della Calabria
(Unical) e dell’Università “Magna Graecia” di Catanzaro (Unicz), riescano ad offrire – con il
fermo sostegno delle istituzioni – un’opportunità educativa interateneo con sede didattica
presso la città di Crotone”.

“L’iter per l’accreditamento della sede decentrata Unical a Crotone per il Corso di Laurea Magistrale interateneo in Medicina e Chirurgia – TD è iniziato, è stato avviato congiuntamente dai Rettori delle due istituzioni accademiche. In un periodo in cui la medicina assume un ruolo centrale nella società e nella sanità pubblica, fornire una formazione medica di qualità in una Provincia ricca di storia e cultura come Crotone rappresenta un obiettivo primario”, queste le parole di Stasi.

La collaborazione tra queste due istituzioni potrebbe portare a una condivisione di risorse,
know-how e infrastrutture, creando un ambiente accademico stimolante e all’avanguardia.
“Avere sul proprio territorio un polo universitario pubblico offrirebbe diversi vantaggi
rispetto a un polo privato. Prima di tutto, promuoverebbe l’accesso all’istruzione medica
per uno spettro più ampio di studenti, riducendo eventuali barriere economiche. Inoltre, gli
studenti meno abbienti (al di sotto di una certa fascia di reddito) e più meritevoli avrebbero
la possibilità di beneficiare dell’esenzione totale delle tasse e di una borsa di studio che
permetterebbe loro di sostenere tutti i costi diretti e indiretti.

La creazione di un polo universitario di medicina a Crotone, dunque, non solo fornirebbe
opportunità di istruzione avanzata, ma potrebbe anche diventare un motore di sviluppo
economico e culturale per l’intera comunità.

“La mia proposta è quella di istituire un tavolo tecnico tra le Università, l’ASP di Crotone e
le istituzioni territoriali al fine di coinvolgere le comunità locali nel processo decisionale e di
ascoltare le esigenze specifiche della Provincia di Crotone. Questa apertura alla partecipazione e al dialogo garantirebbe una maggiore integrazione del polo universitario nella realtà locale, favorendo lo sviluppo socioeconomico di tutta la regione Calabrese”, conclude Stasi.

Articoli Correlati