“Persino il più lieve bisbiglio può essere sentito al di sopra degli eserciti, quando dice la verità” - Dal film The Interpreter
HomeAgoràAgorà Crotone“La storia di Mano di gomma” a Cutro, il 3 gennaio la...

“La storia di Mano di gomma” a Cutro, il 3 gennaio la presentazione del libro di Antonio Anastasi sulla mafia cutrese e l’imprenditoria criminale

La mafia cutrese e l’imprenditoria criminale al centro della presentazione del libro “La storia di Mano di gomma”, scritto dal giornalista Antonio Anastasi con prefazione di Antonio Nicaso, che si terrà a Cutro mercoledì 3 gennaio, alle ore 17:00, presso la sala comunale “Falcone-Borsellino”. L’iniziativa è organizzata dal corso universitario di Pedagogia dell’Antimafia, attivo presso il Dipartimento di Culture, Educazione e Società dell’Università della Calabria, e dal Comune di Cutro, e sarà aperta dai saluti istituzionali del sindaco Antonio Ceraso. A relazionare sul tema, saranno, oltre ad Anastasi, Domenico Guarascio, sostituto procuratore della Direzione Distrettuale Antimafia di Catanzaro, Giancarlo Costabile, docente di Pedagogia dell’Antimafia all’UniCal, e Simone Puccio, sindaco di Botricello. A coordinare la tavola rotonda, Riccardo Giacoia, caporedattore Tgr Calabria.
Il lavoro di Anastasi ricostruisce il processo storico di mutazione della ’ndrangheta, con riferimento particolare a quella di matrice cutrese, che espande costantemente il suo sistema criminale in territori lontani da quelli di provenienza, condizionandone in modo significativo la struttura di produzione della ricchezza. La mafia cutrese, e la ’ndrangheta più in generale, è cresciuta in silenzio anche al nord del Paese e in molte realtà internazionali, influenzando le dinamiche sociali attraverso meccanismi di collusione e clientelismo con imprenditori e politici che hanno agito secondo logiche utilitaristiche e di convenienza.

Articoli Correlati