“L’illusione è la gramigna più tenace della coscienza collettiva: la storia insegna, ma non ha scolari” - Antonio Gramsci
HomeCalabriaCosenzaCosenza, Fontana del Balilla: ok della Giunta al progetto di restauro proposto...

Cosenza, Fontana del Balilla: ok della Giunta al progetto di restauro proposto dall’Unical

Inizieranno a breve i lavori di restauro della Fontana del Balilla di Piazza Crispi. Lo ha deciso la Giunta di Palazzo dei Bruzi, presieduta dal Sindaco Franz Caruso, che ha deliberato, su proposta dell’Assessore all’urbanistica Pina Incarnato, di rinnovare la convenzione già esistente tra il Comune di Cosenza e il Dipartimento di Biologia, Ecologia e Scienze della Terra dell’Università della Calabria per compiere attività di restauro e studio su beni di materiale lapideo di proprietà del Comune, approvando contestualmente il progetto di conservazione e restauro della Fontana del Balilla di Piazza Crispi, proposto dallo stesso dipartimento universitario a seguito di una serie di sopralluoghi nel corso dei quali è stato valutato lo stato di conservazione e di degrado della Fontana che si presenta ammalorata e bisognevole di interventi.

Con l’atto deliberativo approvato in Giunta – ha sottolineato il Sindaco Franz Caruso – diamo corso al progetto presentato dal Dipartimento di biologia, ecologia e Scienze della Terra dell’Università della Calabria che ci supporterà, attraverso i suoi docenti e i suoi studenti, in un’attività di restauro e conservazione di un manufatto storico che necessità di opportuni e tempestivi interventi. Esprimiamo nei loro confronti apprezzamento e gratitudine per l’attività di studio e per i rilievi effettuati, portati avanti non solo sulla fontana del Balilla, ma anche sui reperti lapidei presenti all’interno della collezione del Museo dei Brettii e degli Enotri. La presenza nel nostro centro storico di altri studenti e docenti dell’Università, che saranno direttamente impegnati nelle attività di restauro, sarà salutata – ha aggiunto Franz Caruso – come un ulteriore approdo dell’Università nel cuore della città antica dopo l’arrivo, nel complesso di San Domenico, degli studenti che frequentano il corso di scienze infermieristiche”.

Il Sindaco Franz Caruso ha rivolto un particolare ringraziamento all’Assessore all’urbanistica Pina Incarnato “che si è molto spesa per attivare il progetto di conservazione e restauro, unitamente al Presidente della commissione urbanistica, Francesco Turco e alla direttrice del Museo dei Brettii e degli Enotri, Marilena Cerzoso”. “La sinergia istituzionale tra il Comune e l’Università della Calabria – ha affermato l’Assessore all’urbanistica Pina Incarnato – si rafforza ulteriormente in un ambito particolarmente significativo come è quello del restauro e della conservazione dei monumenti. Prontamente il DiBEST dell’Università della Calabria, a seguito dei sopralluoghi compiuti per valutarne lo stato di conservazione e di degrado, ha redatto, a cura di uno dei suoi tecnici restauratori, il Prof. Antonio Barbera, un dettagliato progetto di conservazione e restauro della Fontana del Balilla, con relativa analisi storico-critica e stilistica dell’opera ed un puntuale corredo fotografico e le schede tecniche dell’intervento che consentiranno ora di passare allo step successivo che sarà quello del restauro vero e proprio. Si tenga conto anche del fatto che il restauro dei beni di materiale lapideo, ad opera dei docenti e degli studenti dell’Unical, consentirà di intervenire anche sulle opere del MAB”.

E il progetto di conservazione e restauro della fontana del Balilla sarà presentato giovedì 18 aprile, alle ore 17,00, al Museo dei Brettii e degli Enotri, alla presenza del Sindaco Franz Caruso. Oltre ai saluti del primo cittadino, sono previsti quelli della direttrice del Museo, Marilena Cerzoso, di Donatella Barca, ordinaria di Petrografia e coordinatrice del corso di laurea in Conservazione e Restauro dei beni culturali dell’Università della Calabria, di Mauro La Russa, ordinario di Petrografia applicata ai Beni culturali, sempre dell’Unical e della Presidente del Soroptimist Club di Cosenza, Francesca Stumpo.

Previsti gli interventi del Prof.Antonio Barbera, sul ruolo del restauratore di beni culturali, delle studentesse e studenti del primo anno del corso di laurea in Conservazione e Restauro dei beni culturali, che illustreranno il restauro della fontana del Balilla, mentre le studentesse e gli studenti del IV anno illustreranno il restauro dei reperti custoditi all’interno del Museo dei Brettii e degli Enotri.

Articoli Correlati