“Pane e coraggio ci vogliono ancora che questo mondo non è cambiato, pane e coraggio ci vogliono ancora sembra che il tempo non sia passato” - Ivano Fossati
HomeCalabriaCosenzaA Rende una giornata di studi con il seminario “Il Codice Braille:...

A Rende una giornata di studi con il seminario “Il Codice Braille: tradizione, innovazione e versatilità”

Sarà la città di Rende ad ospitare l’evento principale della 17ª Giornata Nazionale del Braille che celebra la sua importanza e la sua storia con un seminario dal titolo “Il Codice Braille: tradizione, innovazione e versatilità”, rivolto a insegnanti, educatori e studenti.

Il Braille, un sistema di scrittura tattile inventato da Louis Braille nel 1829, che ha rivoluzionato l’accesso all’alfabetizzazione per le persone non vedenti e ipovedenti. Oggi, continua a essere uno strumento fondamentale per l’educazione e l’indipendenza di milioni di persone in tutto il mondo.

Sabato 24 febbraio dalle ore 9,30 alle ore 12,30 all’interno dell’istituto “IIS Cosentino Todaro” di Rende si svolgerà una giornata di testimonianze, studi e incontri che si propone di esplorare il ruolo fondamentale che il “Codice Braille” svolge nella vita delle persone non vedenti e ipovedenti. Il seminario si propone di fornire una panoramica della storia e dello sviluppo del Braille, evidenziando le sue applicazioni innovative e la sua versatilità in vari contesti educativi e professionali.

Nei giorni dedicati alla sensibilità verso la disabilità visiva, anche il calcio professionistico ha voluto portare il suo contributo. Infatti la AC Reggiana, squadra che milita nel campionato di serie B, ha scelto di scendere in campo indossando maglie speciali che riportano il nome degli atleti simboleggiato in Braille. Un ulteriore passo compiuto dal Club nell’ambito delle attività sociali finalizzate a rendere lo stadio sempre più accessibile e identificarlo come luogo d’incontro, per tutti.

L’evento che si svolgerà sabato 24 all’istituto “IIS Cosentino Todaro” di Rende offre, dunque, un’opportunità unica per approfondire la comprensione del Braille e acquisire nuove competenze utili a supportare in modo più efficace gli studenti non vedenti e ipovedenti.

Al seminario, organizzato dal “Club Italiano del Braille” in collaborazione con l’UICI Regionale della Calabria, parteciperanno tra gli altri Mario Barbuto (Presidente Nazionale dell’UICI ETS), Pietro Testa (Presidente Consiglio Regionale Calabria UICI), Giuseppina Princi (Vice-Presidente e Assessore all’Istruzione della Regione Calabria), Antonella Valenti (Ordinario di Pedagogia Speciale), Franco Motta ((Presidente UICI Cosenza), Luciana Loprete e Annamaria Palummo (Consigliere Nazionali UICI).

Nel corso del seminario sono previsti anche gli interventi di diversi esperti che illustreranno come il Braille è stato e sarà il punto di riferimento per le persone non vedenti e ipovedenti.

A moderare e concludere il dibattito Nicola Stilla, Presidente del Club Italiano del Braille.

Articoli Correlati