“Chiunque sia un uomo libero non può starsene a dormire” - Aristofane
HomeCalabriaCosenzaLe attuali vicende Amaco sono state al centro di un incontro tra...

Le attuali vicende Amaco sono state al centro di un incontro tra il sindaco di Cosenza, Franz Caruso, ed il Primo Cittadino di Castrolibero, Giovanni Greco

Le problematiche legate alla vicenda dell’Amaco sono state al centro di un incontro, svoltosi nella tarda serata di ieri a Palazzo dei Bruzi, tra il sindaco di Cosenza, Franz Caruso ed il primo cittadino di Castrolibero, Giovanni Greco, che lo aveva richiesto alla luce della istanza di liquidazione della società formulata al Tribunale da parte della Procura di Cosenza.
Il sindaco Giovanni Greco, che da sempre ha mostrato la propria attenzione verso Amaco ritenendola parte di una strategia per la mobilità dell’Area Urbana, ha manifestato apprensione per i disservizi che potrebbero ripercuotersi verso i propri cittadini, che necessitano di una migliore e maggiore mobilità.
“In passato – ha affermato il sindaco di Castrolibero – non siamo stati ascoltati. Sono preoccupato per la fase contingente, ma soprattutto per il futuro. Ritengo necessario, infatti, garantire alla collettività un’azienda capace di offrire servizi efficienti e stabilità”
Sul punto il sindaco Franz Caruso, anche alla presenza del neo eletto amministratore Amaco, Michelangelo Mastrolorenzo, ha chiarito che la sua volontà è indirizzata a salvare Amaco.
 “La salvaguardia e la tutela dell’Amaco – ha affermato Franz Caruso –  del servizio di trasporto pubblico cittadino e dei 135 posti di lavoro sono per me un obiettivo prioritario. Un obiettivo che ho affidato  ai nuovi vertici aziendali, oltre che a  professionisti di alta qualità e riconosciuto prestigio, che dovranno lavorare per individuare opportune strategie, ovviamente nel pieno e totale rispetto della magistratura, anche in relazione all’udienza del prossimo 5 gennaio, che ritengo dirimente”.
I due amministratori hanno, quindi, affrontato la problematica più generale legata al trasporto pubblico locale, ritenendo indispensabile procedere verso l’integrazione del servizio tra Cosenza, Rende e Castrolibero.
Dopo l’approvazione da parte dei Consigli Comunali dei tre Comuni dell’istituzione dell’Ambito Territoriale di area urbana in ossequio alla L.Reg. n° 35 del 31.12.2015, si dovrà ora celermente sottoscrivere la convenzione per la gestione associata e costituire l’Ufficio comune.  La creazione di una rete di collegamento delle tre aree territoriali è infatti ritenuta necessaria per una interazione economico/sociale in grado di soddisfare i fabbisogni di mobilità delle comunità, attuare politiche mirate alla riduzione delle sorgenti di inquinamento ed alla riduzione dei consumi energetici e per razionalizzare i costi, predisponendo, per esempio, un biglietto unico.
Franz Caruso e Giovanni Greco hanno condiviso, infatti, l’idea che solo attraverso la gestione integrata dei servizi, a partire da quello del trasporto pubblico, si possa avviare un processo serio di coesione territoriale, in prospettiva più ampia ed estesa, ipotizzando la creazione   di un organismo di pianificazione tra Comuni capace di proiettare le realtà territoriali verso un’area metropolitana. E’ questa la sfida che i due amministratori ritengono di dover accogliere, lasciando alle spalle 40 anni di discussioni inutili e di iniziative che hanno il sapore di mera lotta politica, consapevoli, peraltro, che lo scenario legislativo è completamento mutato e che gli esempi di fusione a freddo, come quello di Corigliano-Rossano, hanno mostrato di essere fallimentari.
Articoli Correlati