“Gli eserciti cessano di avanzare perchè le persone hanno le orecchie e i pastori e i soldati giacciono sotto le stelle scambiandosi opinioni” - Patti Smith – “People have the power”
HomeCalabriaIl CASM saluta con viva emozione l'istituzione del Coordinamento regionale per la...

Il CASM saluta con viva emozione l’istituzione del Coordinamento regionale per la salute mentale in età evolutiva

Salutata con viva emozione da tutti i componenti del CASM la nascita del Coordinamento regionale per la salute mentale sancita dal DCA n. 91 del 22 marzo 2023. Un risultato cercato, sperato e atteso fin dal 2007, allorquando nell’ambito “Linee guida per la tutela della Salute Mentale” approvate con DGR n. 105 del 19/02/2007, in ottemperanza agli indirizzi nazionali e alla stessa Lr n. 11/2004, veniva istituita presso il Dipartimento della Salute la “Commissione regionale per la Tutela della Salute Mentale”.
Un risultato che eravamo certi sarebbe arrivato fin da quando CASM, COMUNITÀ COMPETENTE, COMUNITÀ PROGETTO SUD, CNCA, FISH CALABRIA, FORUM TERZO SETTORE CALABRIA e UNASAM il 4 aprile dello scorso anno, nell’ambito della prima Conferenza regionale per la salute mentale, si sono ritrovati insieme per avviare un nuovo percorso di dialogo e confronto con le Istituzioni regionali e sanitarie al fine di mettere in atto azioni di tutela e promozione della salute mentale.
Un’occasione che ha confermato, sin dal primo incontro, l’attento ascolto da parte del Presidente Roberto Occhiuto e del Sub Commissario Ernesto Esposito, nonché dall’Ing. Iole Fantozzi e dalla Dr.ssa Maria Bernardi del Dipartimento Tutela della salute e servizi socio-sanitari. Le istanze presentate a conclusione della Conferenza non sono cadute nel vuoto e al neo-nato Coordinamento viene assegnato il compito di elaborare FINALMENTE il “Piano d’azione regionale per la salute mentale”. Siamo certi che a nessuno sfugge l’importanza di questo nuovo Organismo di co-programmazione e co-progettazione chiamato ad analizzare e comprendere le caratteristiche emergenziali dei vecchi e nuovi bisogni, a ridisegnare l’organizzazione della rete dei servizi territoriali della salute mentale e identificare percorsi sostenibili per la prevenzione e l’inclusione a 360° gradi di tutti i soggetti gravati dalla malattia mentale e dallo spettro autistico. Una sfida che siamo pronti ad affrontare con la massima responsabilità e disponibilità afferma Rosaria Brancati
Presidente CASM (Coordinamento Associazioni Salute Mentale).
Articoli Correlati