“Chiunque sia un uomo libero non può starsene a dormire” - Aristofane
HomeCalabriaInvalidità civile, nuove modalità online di accertamento medico-legale per una definizione più...

Invalidità civile, nuove modalità online di accertamento medico-legale per una definizione più rapida delle istanze e tempi più brevi per le visite

La presentazione della documentazione sanitaria che occorre produrre per permettere a INPS – comunica lo stesso Ente in una nota – di accertare gli stati invalidanti e di disabilità viene ulteriormente semplificata attraverso la trasmissione digitale della necessaria documentazione.
Si potranno infatti allegare le necessarie certificazioni direttamente sul nostro nuovo portale (anche attraverso il medico certificatore o il proprio patronato).
Quindi, le commissioni mediche preposte all’accertamento sanitario – al fine di definire il riconoscimento delle prestazioni di invalidità civile – sono autorizzate a definire i verbali sulla base della sola documentazione prodotta dal richiedente, senza la necessità di chiamarlo a visita diretta.
Chiaramente tutto ciò a condizione che la documentazione allegata consenta una valutazione obiettiva.

Attenzione! Il servizio di domanda online è oggi la procedura esclusiva di trasmissione della documentazione sanitaria. Pertanto, quella inviata attraverso altri canali, compresa la PEC, non verrà presa in considerazione.

Questa nuova modalità dell’accertamento medico-legale, oltre a semplificare l’intero iter sanitario-amministrativo, velocizza la definizione delle istanze e consente di ottenere una significativa riduzione dei tempi di chiamata a visita.

Qui invece è possibile visualizzare un breve tutorial del servizio:
Invalidità Civile – servizio online documentazione sanitaria
Per approfondire la cornice normativa ed esplorare le modalità di caricamento dei documenti si possono consultare i seguenti link:
§ messaggio n.1060/2023 – attività di semplificazione servizio di presentazione della documentazione sanitaria;
messaggio n. 3315/2021 – modalità operative di caricamento e invio dei documenti. Le stesse modalità sono state dettagliatamente specificate e ampliate dal messaggio n. 3574/2022.

Articoli Correlati