“Venite pure avanti, voi, con il naso corto, signore imbellettate, io più non vi sopporto infilerò la penna ben dentro al vostro orgoglio, perché con questa spada vi uccido quando voglio...” (Francesco Guccini, Cirano -
HomeAgoràAgorà Reggio CalabriaA Reggio incontro con Renè Corona, autore del volume "I bucaneve dell'altrove"

A Reggio incontro con Renè Corona, autore del volume “I bucaneve dell’altrove”

Nell’ambito della Cattedra Internazionale di Poesia del CIS della Calabria intitolata a Maria Luisa Spaziani, Yves Bonnefoy e Rodolfo Chirico, venerdi 23 febbraio 2024, alle ore 17:00, il Centro Internazionale Scrittori della Calabria e il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria, nella Sala conferenze del Museo promuovono l’incontro con Renè Corona, autore del volume I bucaneve dell’altrove”, Book Editore Poesia. Introducono Fabrizio Sudano, direttore del MArRC, e Loreley Rosita Borruto, presidente del Cis della Calabria. Relaziona Paola Radici Colace, già professore ordinario di Filologia Classica, Dipartimento di Civiltà Antiche e Moderne, Università di Messina, presidente onorario, direttore scientifico e responsabile della Cattedra di Poesia Internazionale del CIS intestata a Maria Luisa Spaziani. Segue l’intervento programmato di Maria Rosaria Gioffrè, docente di Lingua e Cultura francese. Concluderà l’autore Renè Corona, già docente di Lingua e Traduzione Francese, Università di Messina, componente del Comitato Scientifico del CIS. Nella prefazione al volume “I bucaneve dell’altrove” il prefatore Antonio Devicienti sottolinea che “uno dei pregi della poesia di Corona sta proprio nell’accogliere e dare dignità poetica a oggetti, parole e immagini tradizionalmente marginali. Ne risulta un vastissimo ampliamento del repertorio poetico. Lo si vede soprattutto con le presenze femminili che popolano questa raccolta: sono le dedicatarie o le scrittrici citate, donne patinate o comuni, chiromanti che leggono il destino; donne che ci osservano da quadri o dal chiuso di un libro, incontrate per caso nel grigiore quotidiano o lungamente amate; donne catturate in un solo gesto, concentrate in un particolare oppure vive nella loro interezza; donne sensuali che promettono la gioia dell’erotismo … La ricchezza lessicale di Corona deriva dalla conoscenza e dal profondo amore dell’autore per la lingua italiana in tutte le sue sfumature”.

Articoli Correlati