“Ti accorgerai com'è facile farsi un inutile software di scienza e vedrai che confuso problema è adoprare la propria esperienza” - Francesco Guccini, Culodritto
HomeAgoràAgorà CosenzaA lezione di legalità con polizia e carabinieri nelle scuole di Zumpano

A lezione di legalità con polizia e carabinieri nelle scuole di Zumpano

La lezione di legalità e cyberbullismo tenutasi a Zumpano ha coinvolto diverse figure istituzionali e educative, con l’obiettivo di sensibilizzare gli studenti sulle tematiche legate alla legalità e alla navigazione sicura. L’evento è stato organizzato dall’amministrazione comunale di Zumpano e ha visto la partecipazione di importanti rappresentanti delle forze dell’ordine e del mondo scolastico.
Tra i relatori presenti, si sono distinti l’assistente capo coordinatore Patrizia Marino della Polizia Scientifica di Cosenza, il vice ispettore Antonella Stola della Divisione Anticrimine di Cosenza, l’ispettore Fabio Ferraro della Polizia Postale di Cosenza e il Maresciallo Lucio Paladini, Comandante della Stazione Carabinieri di Celico. Inoltre, erano presenti l’insegnante Pasqua Terrone dell’Istituto comprensivo Rende Commenda, l’assessore con delega alla scuola Ernestina Amantea e il sindaco di Zumpano Avv. Fabrizio Fabiano. Alla lezione hanno partecipato gli alunni delle classi di 4^ e 5^ elementare e di 1^ e 2^ media della sezione distaccata di Zumpano, appartenente all’istituto comprensivo di Rende-Commenda.
Durante l’incontro sono stati affrontati diversi temi di grande importanza, tra cui la costituzione e i diritti dei cittadini, le conseguenze dell’assunzione di sostanze tossiche e alcoliche, gli effetti negativi degli stupefacenti, il tasso alcolico alla guida, il fumo e l’ubriachezza. Inoltre, sono state evidenziate l’importanza del rispetto delle leggi, delle regole e dei beni pubblici, come ad esempio gli arredi urbani, e sono state promosse pratiche di cittadinanza attiva, come la raccolta differenziata e il denunciare eventuali azioni criminose alle forze di polizia, anche attraverso l’utilizzo di applicazioni di segnalazioni anonime scaricabili sui telefonini.
 Un altro aspetto affrontato durante la lezione è stato il cyberbullismo, un fenomeno sempre più diffuso tra i giovani. Gli studenti delle scuole medie hanno presentato dei lavori in cui hanno raccontato episodi di cyberbullismo, anche attraverso disegni, al fine di sensibilizzare i loro compagni e promuovere una cultura di rispetto e solidarietà online. Gli alunni hanno partecipato attivamente alla lezione, ponendo domande e mostrando interesse per il tema della legalità e della navigazione sicura. In particolare, hanno chiesto quali siano gli impegni richiesti per essere buoni cittadini e come segnalare episodi di violenza domestica o situazioni di pericolo, utilizzando i numeri telefonici di emergenza 112 e 113.
 L’iniziativa si è rivelata molto positiva, permettendo agli studenti di acquisire conoscenze e competenze fondamentali per vivere in modo consapevole e responsabile nella società odierna, sia nel mondo reale che in quello virtuale. Grazie a questa lezione di legalità e cyberbullismo, i giovani di Zumpano sono stati incoraggiati a diventare cittadini attivi e a contribuire alla costruzione di una comunità più sicura e rispettosa.
Articoli Correlati