“Gli eserciti cessano di avanzare perchè le persone hanno le orecchie e i pastori e i soldati giacciono sotto le stelle scambiandosi opinioni” - Patti Smith – “People have the power”
HomeAgoràAgorà CosenzaRende, Fp Cgil e Fp Cisl incontrano i Commissari straordinari: tutti i...

Rende, Fp Cgil e Fp Cisl incontrano i Commissari straordinari: tutti i temi caldi e le problematiche poste all’amministrazione

Giovedi scorso 14 settembre i dirigenti sindacali Giuseppe Rinaldi della Fp Cgil e Antonello Borsani della Fp Cisl hanno incontrato i Commissari straordinari del Comune di Rende.

L’incontro richiesto dai Segretari Generali Iuliano della Fp Cgil, Lancianodella Fp Cisl e dal sub commissario della Uil Fpl Walter Bloise si è svolto nella sala riunioni della Giunta Comunale.

I Dirigenti sindacali hanno posto all’attenzione dei Commissari Albertini e Giuffrè le problematiche da più tempo, poste all’amministrazione rendese. Oltre la necessità di stipulare entro la fine dell’anno il contratto decentrato integrativo 2023 nel rispetto delle novità introdotte dal nuovo contratto nazionale delle funzioni locali, hanno evidenziato i problemi inerenti l’organizzazione funzionale dei settori e servizi dell’Ente.

Tra queste oltre le già avviate procedure di assunzione per far fronte ormai alla annosa carenza di personale, l’avvio delle procedure contrattuali in tema di selezioni verticali per il riconoscimento della accresciuta professionalità acquisita già da molti anni da parte dei dipendenti nel rispetto delle quote di Bilancio previste dalla legislazione vigente. Nelle more del completamento di queste hanno anche chiesto la valutazione di incarichi a mansioni superiori, almeno per i settori e servizi necessari, hanno infine precisato che l’assenza della UIL FPL era dovuta a motivi congressuali e non per divergenze sulla piattaforma sindacale.

I Commissari hanno preannunciato per fine mese l’avvio delle procedure inerenti la contrattazione decentrata anno 2023 come richiesto dalle organizzazioni sindacali territoriali delle Funzioni pubbliche CGIL-CISL-UIL.

Si è affrontato altresì il tema del piano annuale del fabbisogno 2023, di recente approvazione da parte della COSFEL dei concorsi banditi e da bandire con l’obiettivo di completare le procedure entro fine anno. Per l’anno 2024 la parte pubblica ha annunciato di dare avvio alle procedure progressioni verticali “in deroga” previste dall’art. 13, comma 6, del nuovo CCNL del Comparto Funzioni Locali, tenendo conto dell’art. 52, comma 1-bis, penultimo periodo, del d.lgs.165/2001, al fine di tener conto dell’esperienza e professionalità maturate ed effettivamente utilizzate dall’amministrazione di appartenenza, in fase di prima applicazione del nuovo ordinamento professionale e, comunque, entro il termine del 31 dicembre 2025, la progressione tra le aree può aver luogo con procedure valutative cui sono ammessi i dipendenti in servizio in possesso dei requisiti indicati nella allegata Tabella C di Corrispondenza.

Articoli Correlati