“Chi non conosce la verità è soltanto uno sciocco; ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un malfattore” - Bertolt Brecht
HomeAgoràAgorà CosenzaHyle Book Festival, il 16 agosto la serata di inaugurazione tra sonorità...

Hyle Book Festival, il 16 agosto la serata di inaugurazione tra sonorità celtiche e ritmi della Calabria

Un “poetico affresco ipnotico ed ammaliante”, un’esperienza di sonorità e parole dove il confine tra natura, suono, narrazione e spettacolo si fa labile: è Zèphyr, il concerto che inaugura la terza edizione del festival letterario Hyle nella Sila Piccola.

Uno spettacolo di e con Biagio Accardi ai tamburi, alla voce e alla mandola. Biagio Accardi, performer, suonatore, viaggiatore e autore di canzoni, ricerca ed elabora sonorità ispirate al panorama etnico-mediterraneo. Le sue composizioni sono un affresco poetico a tratti psichedelico ed ipnotizzante per il suo forte ed intenso potere.

Con lui ci sarà il bardo Andrea Seki, direttamente dalla Bretagna, compositore del mondo atlantico. Nel suo percorso si annoverano moltissimi live in siti sacri etruschi, celtici e megalitici, in luoghi naturali come la mitica foresta di Huel Goat o quella di Brocelandia in Bretagna.

Special guest Rossella Rizzaro, corista eclettica, cantautrice, fondatrice di vari gruppi dall’etnico al popolare e al jazz, esperta di musica prenatale.

Un evento esperienziale che incanta e ammalia in una delle cornici più belle della Sila.

Ingresso gratuito.

Nota dell’organizzatore: porta con te un cuscino e mettiti comodo nel teatro, per assistere meglio al concerto circondato dalla natura.

Articoli Correlati