“La realtà non è altro che un 'paesaggio nella nebbia': misterioso e tutto da scoprire” - Theo Anghelopoulos
HomeAgoràAgorà CatanzaroCatanzaro, Unicef e Ateneo: la ricchezza di opportunità che il volontariato offre...

Catanzaro, Unicef e Ateneo: la ricchezza di opportunità che il volontariato offre ai giovani

“Organizzare il volontariato: i progetti dell’UNICEF”,  è questo il titolo di un interessante convegno che si è svolto lo scorso 29 marzo nell’aula dedicata a Salvatore Venuta dell’Università Magna Graecia di Catanzaro. Il convegno, organizzato dal Comitato provinciale Unicef di Catanzaro e dal Dipartimento di Giurisprudenza, Economia e Sociologia, Cattedre di Diritto Pubblico, Organizzazione delle Aziende Pubbliche e Sociologia dei Conflitti, rientra tra le attività previste nell’ambito del Servizio Civile Universale 2022/23 dell’UNICEF catanzarese, del quale l’Università Magna Graecia è partner ed è stato seguito, in aula e in diretta streaming, da un cospicuo numero di studenti dei corsi di laurea inerenti le tre Cattedre del Dipartimento.
I lavori sono stati aperti da Costantino Mustari, presidente del Comitato provinciale Unicef, il quale ha richiamato i rapporti di collaborazione che negli anni preCovid sono intercorsi tra l’Universitá Magna Graecia e l’UNICEF stesso; rapporti che si sono concretizzati in diversi corsi multidisciplinari tenuti da docenti dell’Università, su argomenti rientranti negli obiettivi, nella mission e nelle attività dell’UNICEF. Si è augurato, il Presidente Mustari, che la collaborazione possa riprendere e che le due istituzioni possano operare sinergicamente nell’attività di formazione delle giovani generazioni. La prestigiosa presidenza UNICEF affidata a Mustari è stata più volte rimarcata anche  dal Sindaco Libero Scrittori Italiani sezione Calabria, presieduto da Luigi Stanizzi, che vede in Costantino Mustari l’infaticabile promotore di iniziative mirate all’aiuto concreto verso i più bisognosi. Sono seguiti due interessanti interventi: il primo della prof. Rossana Caridá, la quale ha incardinato il volontariato al principio di sussidiarietà previsto all’art. 118 della nostra Carta Costituzionale. Su questo principio, ha sottolineato, le organizzazioni di volontariato hanno garantito l’assistenza nel periodo più nero della pandemia da Covid-19.
Il secondo intervento è stato svolto dalla dottoressa Teresa Cubello, vicepresidente del Comitato provinciale UNICEF di Catanzaro, che, con una relazione articolata ha ripercorso la storia, l’organizzazione e principi fondanti dell’UNICEF internazionale e dell’UNICEF Italia; ha brevemente illustrato i diritti dei minori tutelati dalla Convenzione ONU e ha presentato i progetti nei quali, a tutti i livelli, l’UNICEF è impegnato.
Taglio giuridico quello dato dalla dottoressa Cubello al suo intervento, ma anche didascalico, racchiuso questo nelle risposte alle domande “chi sono i volontari? Cosa fanno? Come lo fanno? Perché lo fanno? Quando lo fanno?”.
Le operatrici del servizio civile dell’UNICEF Gabriella Fulciniti e Chiara Montesano hanno illustrato ai giovani presenti la ricchezza di opportunità e di relazioni che il servizio stesso offre ai giovani.
Ha moderato l’incontro la prof. Marzia Ventura, mentre le conclusioni sono state tratte dalla prof. Lucia Montesanti.
Entrambe le docenti hanno sottolineato la forza e la valenza sociale che sono racchiuse nelle azioni di volontariato e nei progetti dell’UNICEF.
Articoli Correlati