“La libertà è uno stato di grazia e si è liberi solo mentre si lotta per conquistarla” - Luis Sepúlveda
HomeFronte del palcoFronte del palco Reggio CalabriaReggio Fest, “La donna dal vestito rosso”: doppio spettacolo a Gallina...

Reggio Fest, “La donna dal vestito rosso”: doppio spettacolo a Gallina della Compagnia teatrale “Scena Nuda”

Una nuova produzione della Compagnia teatrale Scena Nuda, diretta da Teresa Timpano, per un nuovo appuntamento di Reggio Fest, il progetto finanziato dal Comune di Reggio Calabria, su fondi Mic, e destinato alle periferie delle Città metropolitane. Sarà La donna dal vestito rosso – La femme en habit rouge lo spettacolo che andrà in scena il 25 e 26 settembre, alle 19,30, allAgriturismo Rudì, a Gallina: una performance che avrà come sfondo, fonte di ispirazione, luogo simbolico della narrazione, proprio lo spazio naturale e, in particolare, uno splendido ulivo. Davanti a questo imponente albero si svolgerà lo spettacolo, su testo di Bruna Bonnano e per la regia di Matthieu Pastore: protagonista Ksenija Martinovic, che trasporterà il pubblico in un viaggio in cui si cercherà “di far risuonare la metafora del circo con lesperienza identitaria di una donna, come afferma il regista. La sensazione di attraversare la vita come una funambola sul filo teso, osservata da centinaia di sguardi, costretta a guardare il pericolo con il sorriso stampato in faccia, con il peggior costume possibile per fare tutto ciò, è proprio quella di una generazione di donne, di rappresentanti delle minoranze tutte per i quali lidentità non è una scelta, non è una costruzione, bensì un pericolosissimo numero da circo.

Il racconto, dunque, coincide con la costruzione, tanto pericolosa quanto spettacolare, dellidentità di questa donna la donna dal vestito rosso che decide di non rimanere incastonata in unimmagine ma, al contrario, le prova tutte, con lingenuità del clown e leleganza della contorsionista, come solo unattrice sa fare. Un viaggio tra archetipi femminili e tanti ruoli circensi che, appunto, diventano metafore, e tra fantasia, immaginazione e realtà.

Ancora un interessante percorso, proposto dalla Compagnia Scena Nuda, tra le novità narrative e teatrali che guardano al contemporaneo, ma che affondano le radici, come lulivo, nella storia, nella tradizione da analizzare e approfondire.

Articoli Correlati