“Ma è meglio poi, un giorno solo da ricordare che ricadere in una nuova realtà sempre identica” (Francesco Guccini, Scirocco -
HomeFronte del palcoFronte del palco Cosenza"La musica nelle corti europee": al Museo dei Brettii e degli Enotri...

“La musica nelle corti europee”: al Museo dei Brettii e degli Enotri di Cosenza il violinista Silvano Minella con al pianoforte Flavia Brunetto

Di scena sabato 8 ottobre 2022 al Museo dei Brettii e degli Enotri di Cosenza alle ore 18.00 il famoso violinista Silvano Minella, con al pianoforte Flavia Brunetto.

I due musicisti eseguiranno un programma dal titolo:

“LA MUSICA NELLE CORTI EUROPEE”

Accattivante e nello stesso tempo elegante il concerto in programma, dove protagonisti sono i compositori del periodo barocco.

Pagine famose e coinvolgenti per un appuntamento dall’alto profilo culturale rivolto ad un pubblico che voglia apprezzare atmosfere musicali che hanno segnato la storia della musica.

Silvano MinellaHa compiuto gli studi a Milano, ottenendo poi il diploma di merito all’Accademia Chigiana di Siena sotto la guida di Franco Gulli. Già Violino di Spalla di importanti Orchestre, ha fatto parte dei più noti Ensembles (Virtuosi di Roma, Masterplayers, Società Corelli, Ensemble Garbarino, Sestetto Italiano). Ospite dei più famosi teatri del mondo, dalla Carnegie Hall al Teatro alla Scala di Milano, e dei più noti Festival, svolge un’intensa attività concertistica internazionale in tutta Europa, in Canada, negli Stati Uniti, in Brasile, in Australia come solista, in duo, con il Nuovo Trio Fauré e con i complessi cameristici “I Solisti di Milano” e ”I Solisti di Cremona”.Titolare della Cattedra di Violino presso il Conservatorio di Musica “Giuseppe Verdi” di Milano, è sovente chiamato a far parte di giurie in concorsi nazionali ed internazionali, e a tenere Masterclass.E’ dedicatario di numerose composizioni di importanti autori contemporanei.E’ Direttore Artistico dell’Associazione Amici della Musica di Gressoney.Ha inciso per le case discografiche Dynamic e Discantica. Suona un violino di Mattia Albani del 1695.

Flavia Brunetto. Conclusi con il massimo dei voti gli studi al Conservatorio di Musica di Udine, si è contemporaneamente laureata in lettere classiche presso l’Università di Trieste con il massimo dei voti e la lode. Si è perfezionata con illustri pianisti quali M. Horszowski, J. Demus, W. Panhofer e M. Campanella. Affermatasi in diversi concorsi, ha effettuato numerose registrazioni televisive e radiofoniche ed ha tenuto concerti in tutta Europa, Cina, Giappone e Stati Uniti (Tokyo, Pechino, Monaco, Vienna, Lubiana, Salisburgo, Barcellona ecc.) come solista e con prestigiose orchestre tra cui l’Orchestra Filarmonica di Zagabria, l’Orchestra di San Pietroburgo, l’Orchestra di Padova e del Veneto, l’Orchestra di Madrid, il Collegium Musicum, il Tokyo Strings Ensemble.E’ stata ospite di festival quali Les Floraisons Musicales, Ost-West Festival, Nancy Festival, Ravello Festival, Julitafestivalen in Svezia, Festival Internacional de Toledo ecc.Ha suonato in duo con musicisti di grande fama quali Jörg Demus (i Concerti di Bach e di Mozart per due pianoforti e orchestra), Michel Lethiec, Edson Elias, Emil Klein e le prime parti dei “Solisti Veneti”, dei Solisti di Milano e dei “Salzburger Solisten”.E’ la pianista del Nuovo Trio Fauré, con cui svolge un’intensa attività concertistica internazionale. Le sono state dedicate, come solista ed in formazione di trio, importanti composizioni di autori contemporanei. Si occupa anche di musicologia, curando pubblicazioni e saggi critici.E’ invitata a far parte di giurie di concorsi pianistici internazionali ed è titolare di cattedra presso il Conservatorio “Jacopo Tomadini” di Udine.

Articoli Correlati