“Ogni vero uomo deve sentire sulla propria guancia lo schiaffo dato sulla guancia di un altro uomo” - José Martí
HomeCelluloideCelluloide Catanzaro“Il mondo tra le mani”: il cortometraggio degli alunni dell’I.C. di Squillace

“Il mondo tra le mani”: il cortometraggio degli alunni dell’I.C. di Squillace

Un condiviso sentimento di speranza, dopo le tante limitazioni dettate dall’emergenza sanitaria, ha contraddistinto le attività legate alla progettazione extrascolastica dell’Istituto Comprensivo di Squillace. Fortemente promossi dal dirigente scolastico, Alessandro Carè, i progetti Pon ormai giunti al termine, sono stati occasione di apprendimento, di socializzazione e di un progressivo ritorno ad una variegata offerta formativa, che contraddistingue una scuola concepita quale centro propulsore di sviluppo. Nel ventaglio delle tante proposte di arricchimento scolastico, ampio spazio è stato offerto ai temi dell’arte, del canto, della recitazione e della creatività in generale. In via sperimentale, i moduli “Colpi di scena” (Scuola Secondaria di I grado di Vallefiorita), “Una parola tira l’altra” (Scuola Secondaria di I grado di Vallefiorita), “Il senso oltre i sensi” (Scuola Secondaria di I grado di Stalettì), “Tutti in scena” (Scuola Primaria di Squillace Centro) e “Il teatro come risorsa didattica” (Scuola Primaria di Vallefiorita), aventi come unico esperto il regista e attore dott. Gianluca Sia, affiancato nei diversi contesti scolastici dalle tutor Miriam Comito, Vittoria Gagliano, Giupi Logozzo e Francesca Rhodio, contribuiranno alla programmazione di un’unica manifestazione, prevista entro la fine del corrente mese, presso la Casa delle Culture e la Sala Consiliare del Comune di Squillace.

In particolare, grande curiosità suscita la proiezione in anteprima del cortometraggio “Il mondo tra le mani”, a cui si aggiungerà la visione, in considerazione della qualità del risultato, di un video-documentario dal titolo “Gli effetti speciali e i bambini”, a cura dello stesso esperto, prodotto finale del modulo “Visioni di classe” (Scuola Primaria di Stalettì).

Nato dalla penna e da un inteso lavoro di coordinamento e adattamento di Gianluca Sia, il cortometraggio tanto atteso ha messo insieme alcuni alunni dei paesi di Squillace, Vallefiorita e Stalettì. Nella composizione corale delle scene di un’unica storia, infatti, le riprese si sono susseguite nei plessi in cui sono stati svolti i percorsi Pon di cui lo stesso regista è stato esperto, mettendo virtualmente insieme, in un’armonica sceneggiatura, bambini e ragazzi fisicamente distanti, grazie all’uso di tecniche cinematografiche. Il film, ambientato nei luoghi di vita dei partecipanti ai progetti, si pone magistralmente nel solco, tracciato dall’Istituto Comprensivo di Squillace, di un impegno a stabilire sinergie e unire insieme le diverse realtà del territorio di propria pertinenza. La storia è stata concepita dal regista prendendo le mosse da una suggestiva interpretazione personale del tempo che stiamo vivendo e vuole lanciare un messaggio di speranza, partendo dal mondo dei bambini: “Di questi tempi, la gente vede molto, ma osserva poco”.

Durante le riprese, i piccoli attori, hanno vissuto un’esperienza arricchente dal punto di vista relazionale, mettendosi in gioco in un contesto non giudicante e scoprendo di sé stessi peculiarità vocali e potenzialità espressive che ignoravano. Interesse e curiosità hanno accompagnato inoltre la scoperta degli effetti speciali, delle fasi e dei tanti trucchi di un mondo, quello del cinema, fino a quel momento vissuto al di qua dello schermo, mentre i luoghi di tutti i giorni si trasformavano in un set cinematografico. Adesso rimane la trepidante attesa della proiezione del prodotto conclusivo, di cui il trailer, visibile al seguente link https://youtu.be/zo_tuRIXrog , accresce la curiosità e l’orgoglio dei protagonisti di aver preso parte a questa pregevole realizzazione cinematografica.

Articoli Correlati