“La libertà è uno stato di grazia e si è liberi solo mentre si lotta per conquistarla” - Luis Sepúlveda
HomeCalabriaReggio CalabriaAnche la Provincia di Reggio avrà la sua Consulta

Anche la Provincia di Reggio avrà la sua Consulta

C’è la volontà di riattivare anche in provincia di Reggio Calabria la Consulta permanente dei Consultori familiari – si legge in una nota. Questo il risultato, in sintesi, dell’incontro che si è svolto ieri con il nuovo responsabile del coordinamento provinciale dei consultori dell’Azienda Sanitaria reggina.
Antonio Alvaro, nuovo dirigente che ha ricevuto la difficile eredità di salvare la sorte dei consultori a rischio di chiusura o depauperamento, ha incontrato una delegazione del movimento “Riprendiamoci i consultori Locride”, determinata ad avviare una collaborazione finalizzata a salvare i consultori esistenti, con sempre meno professionisti, sempre meno risorse, sempre più bisogni da coprire. La delegazione era composta da Daniela Diano e Raffaella Rinaldis, rappresentando entrambe il movimento ma anche alcune delle tante organizzazioni che ne fanno parte e che sostengono la lotta per i Consultori, Sinapsi, FìmminaTv e il Forum territoriale del terzo settore Locride.
Le ragioni della crisi dei consultori risiede soprattutto nella mancanza di copertura delle figure professionali che non sono state sostituite o aggiunte ai presidi familiari. E’ la questione che determina la soluzione ma è anche la più difficile da risolvere. Nel corso dell’incontro si è attivata la collaborazione tra il dirigente e il movimento per arrivare alla definizione del problema in tempi quanto più brevi possibile. Allo stesso tempo è stata data importanza alla riattivazione della Consulta permanente, già richiesta dal movimento e anche da Comunità Competente per recuperare il significato stesso della nascita dei Consultori, quello cioè di un servizio pubblico condiviso con la comunità e con i portatori di interesse, in un’ottica moderna, inoltre, di procedura di collaborazione tra il pubblico e il privato che fa bene agli utenti ma anche al servizio pubblico, il quale può ampliare e meglio definire le iniziative e l’efficacia del consultorio agendo in modalità sinergica ed integrata.
Si è così deciso di dare avvio alla procedura di attivazione della Consulta. Il dott. Alvaro parteciperà dunque ad un tavolo programmatico finalizzato alla realizzazione dell’organismo consultivo e di collaborazione e allo stesso tempo attiverà l’iter formale per la procedura di costituzione.
Un altro passo avanti – conclude la nota. Merito della partecipazione civica delle persone e organizzazioni che hanno deciso di non rimanere a guardare ma farsi parte attiva del cambiamento della gestione della sanità in Calabria.
Articoli Correlati