“Si è sempre responsabili di quello che non si è saputo evitare” - Jean-Paul Sartre
HomeCalabriaCosenzaPolitiche 2022: il cielo bruzio è pentastellato, Fratelli d'Italia secondo partito. Crolla...

Politiche 2022: il cielo bruzio è pentastellato, Fratelli d’Italia secondo partito. Crolla Forza Italia rispetto alle scorse elezioni e nulla di fatto per la Lega

In continuità con i dati espressi per il voto alla Camera del 2018 e in sintonia con il dato regionale che lo vede come primo partito, a Cosenza è il Movimento 5 Stelle, con i suoi 11mila 39 voti, a farla da padrone, ottenendo il 40,09% dei consensi. Con 4.441 voti persi rispetto al 2018, quando il Movimento ne portò a casa 15.480 raggiungendo il 47,81% delle preferenze, il cielo bruzio resta comunque pentastellato, con un distacco di quasi del doppio (26,25%) dal partito della ormai premier Meloni.

3.810 voti, infatti, per Fratelli d’Italia, che arriva al 13,84%. Una netta rimonta rispetto ai dati del 2018, quando raggiunse solo il 4,60% con 1.491 voti, confermandosi oggi come secondo partito più votato in terra bruzia.

Quasi dimezzati i voti per Forza Italia, con i 2.770 rispetto ai 5.678 del 2018, che lo fanno crollare dal 17,54% delle scorse elezioni al 10,06%, e con il candidato Andrea Gentile che soccombe alla sua competitor, la deputata Anna Laura Orrico uscita vittoriosa nel Collegio uninominale. Analizzando il dato riferito unicamente alla città di Cosenza, infatti, Orrico stacca Gentile di oltre 3.000 voti, conquistando 11.495 preferenze rispetto agli 8.433 voti del candidato azzurro.

Regge botta ma perde qualche colpo il Partito Democratico, che ottiene 3.669 voti, rispetto ai 3.860 del 2018, quando la città era, peraltro, in mano al centrodestra. Oggi, mentre l’ex sindaco di Cosenza Mario Occhiuto conquista il suo posto a Palazzo Madama, in una città governata dal penalista e segretario provinciale del Psi Franz Caruso, con un ritorno al centrosinistra dopo ben dieci anni, il PD e il centrosinistra arrancano, con uno stacco dai partiti di centrodestra dell’11,41%.

Nulla di fatto per la Lega, con 1.584 voti contro i 1.394 del 2018, che oscilla sempre tra il 4 e il 5 per cento dei consensi. Scarsi risultati anche per il Terzo Polo (Azione-Italia Viva), che tocca appena il 4,95% con 1.364 voti.

Cala, in linea con i dati nazionali e regionali, l’affluenza. Nel 2018, a fronte di 53.860 elettori, solo 35.517 sono i stati i votanti, con una percentuale del 65,94%. Nelle attuali elezioni, l’affluenza nel Comune di Cosenza è stata ancora minore, scendendo al 57,21%. A fronte di un elettorato ancor più basso (52.299) alle urne si sono recati in 29.918, con una perdita, dunque, di 5.599 elettori.

 

 

Articoli Correlati