“La libertà, Sancio, è uno dei doni più preziosi che i cieli dettero agli uomini… Quindi per la libertà come per l’onore si può e si deve rischiar la vita” - Cervantes – “Don Chisciotte”
HomeCalabriaMario Occhiuto: "Investire in programmi sportivi nelle scuole significa investire nel benessere...

Mario Occhiuto: “Investire in programmi sportivi nelle scuole significa investire nel benessere e nella formazione dei futuri cittadini”

“Investire in programmi sportivi nelle scuole significa investire nel benessere e nella formazione dei futuri cittadini, perché la coscienza dei ragazzi è ancora predisposta a immagazzinare valori sani come la cura della propria salute, la leale competizione e la solidarietà verso gli altri.  Il disegno di legge sulla pratica sportiva nelle scuole va in questa direzione e per questo Forza Italia lo valuta favorevolmente”. Lo ha detto in Aula il senatore di Forza Italia, Mario Occhiuto, intervenendo in dichiarazione di voto sul ddl sulla pratica sportiva nelle scuole.

“Il sistema scolastico italiano è carente delle risorse necessarie per sviluppare programmi sportivi adeguati. E questa carenza di finanziamenti e di strutture, che esiste soprattutto nel Mezzogiorno, può ostacolare l’implementazione di programmi sportivi nelle scuole. Non si parte da zero, certo, ma molto c’è da fare se consideriamo che 4 complessi scolastici ogni 10 non sono dotati di un impianto per la pratica sportiva. Con il PNRR – ha aggiunto Occhiuto – sono stati destinati circa 300 milioni agli impianti sportivi, di fronte però a una richiesta da parte dei Comuni per la realizzazione di impianti per circa 3 miliardi. Saranno dunque necessarie ulteriori risorse.  La collaborazione tra istituzioni scolastiche e i nuovi Giochi della gioventù, prevista dal provvedimento – ha proseguito il senatore azzurro – creando un collegamento tra scuola e attività sportiva al di fuori delle ore tradizionali di lezione, ha lo scopo di avvicinare allo sport e di stimolare quanti più giovani possibile, attivando anche una politica di inclusione che coinvolge pienamente anche i ragazzi con disabilità. Praticare sport sin dagli anni scolastici ha effetti positivi sulle giovani generazioni che, da un lato, imparano a misurarsi in maniera sana con i loro coetanei, intessendo rapporti di solidarietà e condivisione e dall’altro hanno dei benefici dal punto di vista fisico e psicologico. Oggi un ragazzo su quattro è in sovrappeso, anche a causa di sedentarietà e cattiva alimentazione. Lo sport insegna ad avere uno stile di vita più sano e a seguire una dieta adatta all’età, evitando o controllando la maggior parte delle patologie. Puntare sullo sport significa dunque anche investire sulla sostenibilità del nostro sistema sanitario nei prossimi anni” ha concluso.

Articoli Correlati