“La libertà, Sancio, è uno dei doni più preziosi che i cieli dettero agli uomini… Quindi per la libertà come per l’onore si può e si deve rischiar la vita” - Cervantes – “Don Chisciotte”
HomeAgoràAgorà Reggio CalabriaParco Archeologico di Sibari: torna anche quest'anno la rassegna "#sibarinprogress, lo spettacolo...

Parco Archeologico di Sibari: torna anche quest’anno la rassegna “#sibarinprogress, lo spettacolo della cultura”

Al Parco archeologico di Sibari anche quella del 2024 sarà un’estate all’insegna dello spettacolo della cultura. Tornano concerti, mostre, performances, spettacoli teatrali, incontri, visite guidate, laboratori, degustazioni ancora sotto il titolo di “#sibarinprogress, lo spettacolo della cultura“, rassegna organizzata dal Parco Archeologico di Sibari, istituto autonomo del Ministero della Cultura, con il patrocinio del Comune di Cassano All’Ionio, in collaborazione con il Peperoncino Jazz Festival, Armonie d’arte Festival e Catasta Pollino. Il programma di quest’anno, rispetto alla scorsa edizione, sarà più ricco e si articolerà in tre sezioni: Sybaris Folk – vera novità rispetto al 2023 –, Sybaris Arte e Magna Graecia JazzFest.

Il cartellone degli eventi prenderà il via ufficialmente con la rassegna Sybaris Folk – Land’s sounds con tre visite guidate musicali al Parco del Cavallo curate da Sasà Calabrese e previste per giovedì 11, domenica 14 e mercoledì 17 luglio (con inizio alle ore 19). I focus musicali saranno dedicati, rispettivamente, a Pino Daniele, Lucio Dalla e Fabrizio De Andrè. Il festival entrerà nel vivo venerdì 26 (ore 22), con Peppa Marriti Band, sabato 27 (ore 22), a seguire Scarlett Rivera Folk Band, e domenica 28 luglio (ore 21:30) Carmine Abate & Cataldo Perri (Calabresh) a chiudere.

Parallelamente partirà anche la seconda edizione del Magna Graecia JazzFestI Piani di Sibari – del circuito Peperoncino Jazz Festival – che comincerà giovedì 18 luglio (ore 19) con “Sax solo al Museo” di Danilo Guido. Due giorni dopo, sabato 20 luglio (ore 22), grandissimo concerto di Danilo Rea con “Danilo Rea Piano solo”. Domenica 21 (ore 22), poi, sarà la volta di con Egberto Gismonti con un altro “Piano solo”. Mercoledì 24 (ore 19) “Accordion solo al Museo” con Salvatore Cauteruccio, martedì 30 (ore 19) “Sax solo al Museo” con Sebastiano Ragusa, mercoledì 31 luglio (ore 19) “Accordion solo al Museo” con Paolo Presta. Martedì 6 agosto (ore 22) altro grande appuntamento con Kind of Bill “Tributo a Bill Evans”, di Eddier Gomez, Joe La Barbera e Dado Moroni, sabato 10 (ore 19) “Impronta Latina” con Mafalda Minnozzi & Paul Ricci e grande chiusura prevista per mercoledì 14 agosto (ore 22) con Fabrizio Bosso meet Walter Ricci Trio.

Sybaris Arte – dance, play, act, infine, accompagnerà il suo pubblico per tutto il mese di agosto. Sabato 3 (ore 22) si comincerà con “Suoni di Sybaris”, spettacolo di musica sperimentale di Remi Picò e Chiara Giordano, domenica 11 (ore 22) sarà la volta del “Marina Acoustic Concert”, con Marina Rei in versione unplugged. Venerdì 16 (ore 22), subito dopo Ferragosto, andranno in scena le “Donne pucciniane” con un concerto lirico sinfonico dell’Orchestra internazionale della Campania e la voce recitante di Sebastiano Somma. Lunedì 19 (ore 22), invece, altro grande concerto “per il Mediterraneo di pace” con la splendida voce di Noa. #sibarinprogress2024 chiuderà con due performance di grande livello: sabato 24 (ore 22) si tornerà in scena con “Da Cassandra a Medea a Tosca e Turandot” di Create Danza e domenica 25 agosto (ore 22) col “Canto alla durata”, un pellegrinaggio nella poesia Happening con Franco Brambilla.

«Abbiamo messo in piedi – commenta il direttore del Parco Archeologico di Sibari, Filippo Demma – un programma da veri Sibariti. Quest’anno, poi, con Sybaris Folk, parleremo con profondità ancora maggiore alle radici del nostro territorio: sarà una rassegna di suoni e voci dell’Arbëria di Calabria per recuperare un altro pezzo di storia della Sibaritide e valorizzare la lingua arbëreshë. Il Magna Graecia Jazz Fest avrà un focus speciale sui pianisti, con artisti di livello internazionale, e Sybaris Arte ospiterà concerti di artiste importanti, ma anche camei di danza e poesia al tramonto, che sapranno parlare al cuore del nostro pubblico. Un programma raffinato, come è del resto naturale che avvenga qui da noi, dove l’eleganza nacque, duemilasettecento anni fa».

Si ricorda che la partecipazione agli eventi del cartellone di Sybaris Folk, Sybaris Arte e di Magna Graecia Jazz Fest è inclusa nel normale costo del biglietto, con il quale si può accedere al Museo Archeologico Nazionale della Sibaritide ed all’area archeologica di Parco del Cavallo (ingresso intero 5 euro; 18-25 anni 2 euro; meno di 18 anni e altre gratuità previste per legge: gratis). I biglietti sono normalmente in vendita tutti i giorni alle biglietterie del Parco e del Museo. Ingresso gratuito al Museo, al Parco ed a TUTTI GLI EVENTI (poiché compreso nel prezzo) per i possessori di PAS Card al costo di 12 euro (intera) e 5 euro (ridotta 18-25 e over 65).

Articoli Correlati