“La verità non muore mai” - Seneca
HomeAgoràAgorà CosenzaXXIV Giornata della Condivisione a Rende: coinvolte 14 scuole in tutta la...

XXIV Giornata della Condivisione a Rende: coinvolte 14 scuole in tutta la Calabria

Quattordici le scuole coinvolte in tutta la Calabria per la Giornata della Condivisione, promossa dalla Fondazione “Roberta Lanzino” in programma venerdì 31 maggio alle ore 10.00 presso la sala Michelangelo dell’Hotel Europa a Rende, l’appuntamento chiude il progetto “Pollicino e Alice” Adolescenti testimoni di parità giunto alla XXIV edizione realizzato, in questa edizione, all’interno del Progetto IO CI SONO (cup J21H22000240001)

Ad aprire i lavori sarà il vescovo della diocesi di Cosenza Bisignano, mons. Giovanni Checchinato a cui seguirà l’intervento di Matilde Lanzino – Presidente della Fondazione Roberta Lanzino.

All’incontro prenderanno parte Loredana Giannicola, dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale Usr Calabria e la senatrice Valeria Valente già Presidente della commissione su Femminicidio e violenza di genere.

La mattinata si chiuderà con la premiazione dei lavori presentati in risposta al Bando di concorso e il giuramento contro tutte le violenze da parte degli studenti della RETE di “Pollicino”: i licei “Della Valle”, “Scorza” e l’Istituto Monaco di Cosenza, il Liceo “S. Caterina” di Paola, l’Itis “M.M.Milano” di Polistena, i Licei “Maria Teresa De Vincenti”, il “Pitagora”, e l’IPAA di Rende, i Licei “ Berto” e Capialbi” di Vibo Valentia, il Liceo classico di Fagnano Castello, l’Istituto Nautico di Pizzo Calabro e i licei Classico e pedagogico di San Giovanni in Fiore.

“L’impegno nella formazione delle giovani generazioni – afferma Matilde Lanzino– caratterizza da sempre la Fondazione Roberta Lanzino. Siamo convinti- aggiunge- che solo un cambiamento culturale può sradicare la violenza di genere.

“Lavorare con le scuole, a diretto contato con i ragazzi, constatare sensibilità nuove e linguaggi che cambiano ci porta a stare al passo con i tempi ed essere al contempo testimoni di valori che resistono al tempo”

“I ragazzi con i lavori presentati al concorso hanno dimostrato di aver colto il nostro messaggio, diventando ambasciatori a loro volta, di parità e di speranza”.

Articoli Correlati