“Mi sono scocciato di sottostare alla legge del vivere civile che ti assoggetta a dire sì senza convinzione quando i no, convintissimi, ti saltano alla gola come tante bolle d’aria” - Eduardo De Filippo
HomeAgoràAgorà CatanzaroFare promozione sociale nel nome di Davide Caserta, l’associazione Lametina nata per...

Fare promozione sociale nel nome di Davide Caserta, l’associazione Lametina nata per onorare la memoria del giovane scomparso nel 2012 scalda i motori

Onorare la memoria di Davide Caserta dando voce a chi vive momenti di difficoltà. È la mission dell’associazione Lametina che porta il nome del giovane scomparso, ormai dieci anni fa, a causa di un tragico incidente stradale. Sullo sfondo la voglia di fare promozione sociale emersa in maniera inequivocabile durante la riunione che il comitato direttivo ha tenuto nella suggestiva cornice del Chiostro Caffè letterario San Domenico. Tante e variegate le finalità già ascritte in agenda da un’associazione decisa a conquistare il ruolo di presenza viva e costante nel territorio di Lamezia Terme, ma in senso più largo anche sull’asse che corre tra la città che rappresenta il cuore della regione e il capoluogo calabrese.

È in tale contesto, d’altronde, che si inserisce l’interesse dei ragazzi che per partecipare all’incontro sono arrivati a Lamezia Terme direttamente da Catanzaro. E ora che idee e proposte sono state poste sul tavolo della discussione non resta che attendere per conoscere gli sviluppi delle valutazioni di merito che saranno compiute in maniera organica con il sostegno dell’Arci. Un’analisi accurata sarà, in effetti, svolta dalla presidente dell’associazione, Caterina Caserta, e dal suo vice, Monica Ammendola, in totale sinergia con gli altri membri del direttivo e con i soci dell’Aps. Di scena direttamente l’Arci Calabria perché il sodalizio “Davide Caserta” ha aderito in pieno alla filosofia dell’associazione ricreativa e culturale italiana. Da qui la presenza del presidente calabrese, Giuseppe Apostoliti: volto noto di quel Terzo settore che punta da sempre su una progettualità davvero in grado di mettere al centro i bisogni. Con lui, a rimarcare la presenza Arci, c’erano anche il presidente del comitato territoriale di Lamezia Terme, Ivan Falco D’Urso, il numero uno dell’Arci Servizio civile regionale, Antonio Scaramuzzino, e l’esponente di Arci Calabria Gennaro Di Cello.

Il legame tra associazione “Davide Caserta”, Arci e Terzo settore appare dunque naturale e inevitabile. L’obiettivo del gruppo di promozione sociale deciso a conquistare la scena Lametina è d’altronde quello di coltivare la capacità di essere propositivi e inclusivi in un territorio dove progettualità e sinergia sono le due imprescindibili leve di quell’efficacia che passa dal soddisfacimento dei bisogni.

 

Articoli Correlati