“Chi rinuncia alla libertà per raggiungere la sicurezza, non merita né la libertà né la sicurezza” - Benjamin Franklin
HomeCalabriaVibo ValentiaTropea (VV), il sindaco Macrì scrive a titolari bar e ristoranti: "Tolleranza...

Tropea (VV), il sindaco Macrì scrive a titolari bar e ristoranti: “Tolleranza zero verso chi non pratica raccolta differenziata”

“Governo della bellezza, continuerà ad essere tolleranza zero nei confronti di quanti, pur essendo tra i principali beneficiari dei risultati diretti ed indiretti di tutti i riconoscimenti internazionali per la qualità complessiva della nostra destinazione turistica, in primis la Bandiera Blu, si dimostrano invece come quelli che meno contribuiscono al raggiungimento di quegli stessi traguardi. Non solo, con la loro inciviltà e col loro plateale non rispetto delle regole essi mettono gravemente a rischio gli sforzi e l’impegno importanti e quotidiani di un’intera comunità, dell’istituzione pubblica e degli stessi ospiti annuali, finalizzati a condividere ed a rafforzare il messaggio ecologico dell’esperienza Tropea nel mondo”.

È quanto dichiara il Sindaco Giovanni Macrì che nella giornata di ieri (lunedì 29 maggio), con lettera durissima nei toni e nei contenuti ha scritto a tutti i pubblici esercizi di somministrazione del centro storico contestando espressamente “il non rispetto, per diversi di essi, dei precisi criteri di deposito delle diverse frazioni della differenziata; con un atteggiamento omissivo e per nulla collaborativo la cui eventuale recidiva – scandisce il Primo Cittadino – non sarà in alcun modo tollerata dall’Amministrazione Comunale che se necessario adotterà provvedimenti ancora più stringenti”.

“L’immagine e la percezione internazionale del Principato, come alcova identitaria e distintiva di qualità della vita, attrattiva proprio per queste motivazioni da gennaio a dicembre, non può e non deve essere inquinata da queste forme isolate di mancanza totale di rispetto delle regole e dello stesso buon senso civico e d’impresa. Ciò che è ancora più grave è che gli effetti diretti di questo mancato rispetto della differenziata, facendo abbassare i livelli percentuali di raccolta prescritti, sono destinati a determinare un aumento complessivo dei costi del servizio per i contribuenti. E ciò – scandisce Macrì – non lo consentiremo.

Nella giornata di oggi (martedì 30 maggio) – fa sapere, inoltre, il Sindaco – saranno notificati ai trasgressori i relativi verbali di contestazione.

12 bar/ristoranti del centro storico non fanno la raccolta differenziata; 7 raccolgono l’umido in modo oltremodo approssimativo; ulteriori 10 esercizi non utilizzano sacchi biodegradabili. Sono, questi, i numeri degli accertamenti contestati negli ultimi giorni. Le attività segnalate, eccetto quelle che non hanno utilizzato il sacco compostabile, sono state già sanzionate e – fa sapere – in caso di recidiva, saranno chiuse per tre giorni.

Spiace essere costretto a rilevare, anche quest’anno – aggiunge il Sindaco nella lettera – la totale insensibilità di alcune attività del mondo della ristorazione rispetto a quelle che sono le regole della differenziata, comunicate, spiegate, motivate e ribadite a più riprese dall’Amministrazione Comunale. Sono state e sono queste ultime – sottolinea – che ci hanno consentito di fare passi enormi nella sana gestione del territorio, nella tutela del decoro urbano, in due parole nel governo della bellezza, con risultati giganti in termini di apprezzamento duraturo da parte dei diversi target di visitatori e cittadini temporanei e, in ultima analisi, in termini di corrispondenti indotti e benefici economici considerevoli per quella che, così come abbiamo voluto formalizzare nello Statuto Comunale della Città, è l’industria del turismo e quindi anche per l’ambiente della nostra destinazione eco-sostenibile.

L’impresa incaricata del servizio differenziata fornirà un report settimanale ed analitico sullo stato del conferimento dei rifiuti nel centro storico da parte delle utenze commerciali. L’invito è ad effettuare una raccolta rigorosa ed a conferire in modo corretto il cartone, che dovrà essere preventivamente piegato e schiacciato ed il vetro, in sacchi il cui peso non dovrà superare i 25 kg”.

Articoli Correlati