“Siate sempre capaci di sentire nel più profondo qualsiasi ingiustizia commessa contro chiunque in qualunque parte del mondo. È la qualità più bella di un rivoluzionario” - Ernesto “Che” Guevara
HomeAgoràAgorà CrotoneGrande attesa per le giornate medievali "Aspettando Roberto il Guiscardo": il 6...

Grande attesa per le giornate medievali “Aspettando Roberto il Guiscardo”: il 6 e 7 agosto a Santa Severina (KR)

Si svolgeranno sabato 6 e domenica 7 agosto a Santa Severina (KR) le giornate medievali “Aspettando Roberto il Guiscardo” VI edizione .
L’evento è realizzato dal Comune di Santa Severina con il contributo del Ministero della Cultura (MIC)  – Bando “Fondo nazionale per la rievocazione storica” – Edizione 2022.
Il progetto si propone di implementare la valorizzazione a fini turistici e culturali del castello normanno di Santa Severina (KR) con l’obiettivo di contribuire alla conoscenza di fatti e personaggi legati alla storia della Calabria. La rievocazione si basa sulla rappresentazione del passaggio di Roberto il Guiscardo che nel periodo tra il 1074 ed il 1076 assediò Santa Severina che sotto la guida di suo nipote Abelardo si era ribellata al suo potere.
I programmi e le attività che avranno corso in due giornate culturali e di spettacolo, si configurano come eventi di fruizione delle attività culturali intorno a cui si articoleranno manifestazioni di storytelling, rievocazioni storiche, mostre (Tortura, Templari, Cibo in età antica), combattimenti spettacoli di fuoco, giochi antichi, tiro con l’arco, caccia al tesoro e laboratori didattici per i più piccoli.
L’iniziativa è proposta secondo le caratteristiche della sostenibilità economica ed ambientale e della promozione culturale dei borghi storici  con l’obiettivo di una ricaduta positiva in termini turistici ed economici.
All’evento parteciperanno vari gruppi storici ed associazioni di settore provenienti da tutta la Calabria con rievocatori di living history impegnati ad allestire campi d’armi, simulazioni di duelli, arcieri, giocolieri, mangiafuoco, danzatori, musici, sbandieratori, tamburatori, oltre a gruppi storici in costume e ad un mercato medievale.
La manifestazione dunque vuole essere una vera e propria festa in cui storia, cultura, arte musica ed enogastronomia  si confrontano ed un’occasione in cui mettere a disposizione del grande pubblico le conoscenze e le esperienze di soggetti che operano nella promozione e valorizzazione dei beni culturali della Calabria.
Ed è a questa grande festa di storia, che invitiamo tutti a partecipare.
Articoli Correlati