“Se vuoi descrivere ciò che è vero, lascia l’eleganza al sarto” - Albert Einstein
HomeItaliaGruppo Caronte & Tourist: nel bilancio di sostenibilità i risultati d'impresa e...

Gruppo Caronte & Tourist: nel bilancio di sostenibilità i risultati d’impresa e gli impegni per il futuro

“La storia e l’impegno del Gruppo Caronte & Tourist non appartengono solo a noi. Sono patrimonio diffuso dei territori in cui operiamo e delle comunità che in essi vivono. Per questo desideriamo che tutti possano conoscere i nostri servizi, osservare da vicino il nostro lavoro. Il presente, fatto di gestione quotidiana, ma anche il passato che ci ha condotto fino a qui e il futuro verso cui siamo proiettati; un futuro fatto di progresso, di innovazione, di benessere per il territorio, per l’ambiente e per le persone. Noi siamo orgogliosi della nostra storia, orgogliosi di averla scritta e raccontata insieme ai tanti che sono rimasti sempre al nostro fianco con dedizione, passione, generosità e competenza”.

 

Parole di Tiziano Minuti, responsabile del personale e della comunicazione del Gruppo Caronte & Tourist, al Museo Regionale ove – innanzi un affollatissimo parterre – è stato presentato il Bilancio di Sostenibilità 2022.

 

Un documento che – grazie a indicatori e informazioni relativi agli impatti e alle pratiche sostenibili – restituisce, anno per anno, lo stato dell’arte non solo in termini economici ma di impegno nei confronti del territorio e dell’ambiente.

 

Nel 2022 il Gruppo ha visto aumentare il proprio fatturato, dimostrando ancora una volta di essere dotato di grande resilienza e capacità di adattamento, soprattutto alla luce dei cambiamenti che si sono verificati in business direttamente legati al settore del trasporto marittimo a seguito dello scoppio della guerra in Ucraina.

Il Gruppo ha saputo rispondere prontamente e gestire situazioni complesse derivanti da questa situazione di crisi che ha portato, per fare un esempio, ad un aumento vertiginoso del costo del carburante pari al 94%.

Nonostante tutto è pure rimasto stabile il livello occupazionale (+1,2% rispetto al 2021 con 43 nuove assunzioni); il numero dei dipendenti con contratto a tempo indeterminato è aumentato del 14% circa rispetto al 2021 ed è proseguito il processo di stabilizzazione del personale dipendente, in particolare, nell’ambito del rinnovo del contratto integrativo relativo a Caronte & Tourist Isole Minori.

 

 

 

./…

 

 

 

 

 

Nel piano di investimenti 2023 e il 2027 ci sono risorse per nuovi progetti imprenditoriali, nuove navi, nuove assunzioni e per il rinnovo della flotta in chiave green.

Per quanto riguarda le navi, minimizzare l’impatto ambientale significa andare anche oltre la allora rivoluzionaria Elio (l’ammiraglia del Gruppo che quando entrò in servizio nel 2018 era la nave più ecologica e pulita nel Mediterraneo) unendo all’alimentazione bifuel – diesel e gas naturale -le batterie, come nel caso della Nerea, l’ultimo gioiello del Gruppo presentato a Palermo pochi giorni fa.

 

“La gestione e il controllo dei consumi di energia – ha spiegato l’AD Lorenzo Matacena – sono fatti strettamente connessi alla sostenibilità ambientale e sono una nostra priorità. La riduzione dei rifiuti a bordo, la promozione di pratiche sostenibili, l’installazione di impianti fotovoltaici e la digitalizzazione dei titoli di viaggio sono alcune delle iniziative adottate per minimizzare l’impatto ambientale. Così come le soluzioni individuate per abbandonare gradualmente i biglietti cartacei a beneficio dei titoli di viaggio digitali o dotati di un semplice QR Code. Nella medesima ottica, è stata avviata anche una campagna di incentivazione all’utilizzo di canali digitali grazie alla quale nel 2022 le vendite online sono cresciute del 43%”.

 

Il 2022 è stato per C&T l’anno più importante per quanto concerne le politiche di Pari Opportunità. Sono stati raggiunti gli obiettivi di crescita dell’occupazione femminile fissati nel 2020 (+10%) e si è vieppiù consolidata la figura della Consigliera di Fiducia, con un ruolo non legato soltanto ai temi della diversità e dell’inclusione ma esteso al sostegno psicologico di tutti i collaboratori che possono farne richiesta.

Nel corso del 2022, il Gruppo, come ulteriore dimostrazione del proprio impegno nel rafforzare la cultura dell’inclusione e nel valorizzare la diversità, ha organizzato un percorso di sensibilizzazione rivolto ai propri dipendenti. Sono stati erogati corsi specifici di formazione a partire dalla condivisione di un linguaggio inclusivo sia al personale di terra che al personale marittimo. Individuare e valorizzare la ricchezza che la diversità rappresenta è per C&T un passaggio imprescindibile, anche in un’ottica di innovazione e sostenibilità in senso ampio.

A maggio 2022, quale riconoscimento dell’impegno forte e concreto su questi temi, è giunta la prestigiosa certificazione ISO 30415, uno standard internazionale con il quale sono chiamate e misurarsi le aziende di ogni tipo e settore che vogliano sviluppare e supportare processi di inclusione della diversità negli ambienti di lavoro.

 

“Continuiamo a ritenere un obiettivo praticabile – ha ricordato l’AD Pietro Franza – una mobilità sostenibile, aperta, sicura e inclusiva. A ritenerci strumento di connessione tra luoghi, culture, comunità. A pensare di poter svolgere un ruolo di promozione e trasmissione di valori che contribuiscano allo sviluppo non solo economico dei territori in cui operiamo, insieme al normale e quotidiano impegno per rendere il nostro servizio di trasporto all’altezza di una domanda sempre più esigente e di un reticolo normativo che giustamente alza l’asticella della sicurezza. Facciamo il nostro lavoro guardando alla legalità, alla qualità del servizio, all’efficienza della flotta, al sostegno e al rispetto per le comunità e per l’ambiente. Abbiamo continuato a investire nello sviluppo tecnologico e nella formazione del personale, perché il nostro lavoro non può essere  una monade, ma deve cambiare seguendo le mutevoli esigenze del territorio e dei mondi vitali che lo animano”.

 

../…

 

 

 

 

“Raccontarsi attraverso il bilancio di sostenibilità – ha detto Vincenzo Franza, presidente di Caronte & Tourist Isole Minori – è un’opportunità ma anche una scelta. Noi questa scelta abbiamo voluto farla per la prima volta già nel 2016, quale virtuale coronamento di un percorso tutto compiuto su direttrici concrete: rispetto per l’ambiente, valorizzazione delle persone, sostegno per il territorio e responsabilità per le generazioni future.

“Nel 2023 il Gruppo aggiunge un ulteriore tassello, scegliendo di partecipare alla seconda edizione del Premio Bilancio di Sostenibilità del Corriere della Sera, misurandosi con 170 imprese ed enti nazionali impegnati sui pilastri ESG (Enviroment, Social, Governance) e che hanno pubblicato a loro volta il bilancio di sostenibilità 2021.

“Nell’ambito del premio, abbiamo ottenuto il Sigillo Premio Bilancio di Sostenibilità come certificazione del nostro impegno, un impegno misurabile e sempre in crescita che per C&T si chiama Responsabilità Sociale d’Impresa e che nasce già 60 anni fa dall’evoluzione di due aziende familiari che hanno progressivamente esteso la cura per le loro persone alle intere comunità in cui operano”.

 

Tutte le attività in ambito ESG rientrano nell’iniziativa Orizzonte Ambiente del Gruppo, che da oggi è possibile approfondire anche online visitando il nuovo sito dedicato  (raggiungibile al link orizzonteambiente.carontetourist.it), presentato nel corso della conferenza stampa.

Sul sito – fa sapere la società – saranno disponibili tutte le informazioni aggiornate in ambito ambientale, governance e le iniziative sul territorio e, ovviamente, sarà possibile consultare digitalmente il bilancio di sostenibilità.

 

A illustrare il documento Federica Capuzzo, Serena Truzzi, Lin Yuan, rappresentanti del gruppo di lavoro di Deloitte; Cesare Barbera, coordinatore del gruppo di lavoro interno a C&T e Piera Calderone, Diversity & Disability manager del Gruppo.

 

Durante la presentazione, sono intervenuti il Sindaco di Messina, Federico Basile; la presidente del CIRS, Maria Celeste Celi, il presidente dell’Arcigay di Messina, Rosario Duca, la preside dell’ITS di Catania, Brigida Morsellino.

 

Articoli Correlati