“Pane e coraggio ci vogliono ancora che questo mondo non è cambiato, pane e coraggio ci vogliono ancora sembra che il tempo non sia passato” - Ivano Fossati
HomeCalabriaReggio CalabriaGip di Palmi su medici assenteisti: "Malcostume diffuso, frutto di una prassi...

Gip di Palmi su medici assenteisti: “Malcostume diffuso, frutto di una prassi consolidata”. E aggiunge: “Scarso senso di deontologia professionale”

“Malcostume diffuso e radicato”, frutto di una “prassi consolidata”: così il gip di Palmi, Francesca Mirabelli, parla della vicenda che ha portato alla sospensione, per assenteismo, di due medici che lavorano nel “Servizio per le dipendenze” di Polistena. I due medici, per i quali é stata disposta la sospensione per un anno, sono Rosa Marina Catalano, di 59 anni, e Maria Carmela Di Bartolo, di 65, entrambe residenti a Polistena.

I due sanitari, secondo quanto é detto in un comunicato della Guardia di finanza, “contravvenendo ai propri doveri si sono assentati sistematicamente senza alcuna valida ragione di servizio per tornare nelle proprie abitazioni o per esigenze di carattere personale, come recarsi al supermercato o alle Poste”. La somma sequestrata ai due medici, per le ore di lavoro dichiarate ma mai effettuate, ammonta complessivamente a quasi ottomila euro.

Il Gip Mirabelli, nel provvedimento di sospensione, a proposito del comportamento dei due medici, parla di “scarso senso di deontologia professionale e di indifferenza nei riguardi della collettività in un settore così delicato come quello della salute pubblica. L’indagine – afferma ancora il giudice – ha evidenziato la sistematicità e la spregiudicatezza, sintomatici di abitualità, delle condotte denunciate, espressione evidentemente di un malcostume diffuso e radicato che coinvolge proprio il personale di livello dirigenziale, investito astrattamente di maggiori responsabilità ed obblighi ed ancor più astrattamente inteso quale figura di riferimento deontologico”.

Articoli Correlati